Secondo figlio che non si annuncia

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 22/01/2021 Aggiornato il 22/01/2021

La ricerca di una gravidanza può portare più rapidamente al traguardo se viene affrontata con serenità e leggerezza.

Una domanda di: Cristina
Ho 27 anni. Sono in cerca del secondo figlio da diversi mesi, ho avuto un rapporto nei giorni fertili, ma niente. Sarà lo stress? O perché ho avuto pochi rapporti. Grazie.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora,
lo stress di sicuro è un grande nemico della fertilità, ed è per questo che si consiglia di vivere la ricerca di una gravidanza con leggerezza, senza ansia, per evitare che la paura del fallimento paradossalmente diventi un ostacolo al raggiungimento del tragardo. la vostra coppia è indiscutibilmente fertile, visto che avete già un bambino, quindi si tratta solo di avere un po’ di pazienza. Il corpo della donna non funziona come una lampadina elettrica comandata da un interruttore: non basta premere un pulsante per ottenere il concepimento. Tenga presente che una coppia giovane e sana di solito entro un anno di tentativi (ma anche molto prima) riesce a concepire grazie a una media di due rapporti sessuali a settimana nell’arco del mese. Le consiglio di imparare a individuare il muco fertile, una secrezione chiara, trasparente, elastica, filante che segnala il periodo fertile, durante il quale si può dare inizio a una gravidanza. Se dopo un anno di tentativi il bambino non si fosse annunciato (ma credo che questa eventualità sia remota) può rivolgersi al suo ginecologo per valutare la situazione. Le ricordo di assumere fin da ora (ma magari lo sta già facendo) l’acido folico (una compressa da 400 microgrammi al giorno) per la prevenzione della spina bifida del bambino. E’ meglio assumerlo lontano da tè e latticini. Mi tenga aggiornato, se le fa piacere. Tanti cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo che si sveglia piangendo: cosa può essere?

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

A fronte di un improvviso cambiamento nei ritmi del sonno è opportuno prima di tutto escludere la presenza di un disturbo fisico.   »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti