Secrezioni vaginali fluide nel terzo trimestre: potrebbe essere liquido amniotico?

A cura di Augusto Enrico Semprini Pubblicato il 07/03/2023 Aggiornato il 07/03/2023

Esistono test specifici che consentono di appurare se nelle perdite vaginali sono presenti tracce di liquido amniotico: effettuarle in alcuni casi è opportuno.

Una domanda di: Mia
Buongiorno, sono alla 33° settimana di gravidanza e dalla 28° sto assumendo magnesio, inatal e progeffik 200 in ovuli perché mi è stato diagnosticato un accorciamento del collo dell’utero e sono a riposo. Inserendo in vagina gli ovuli la sera, al mattino trovo delle perdite bianche sugli slip e ho sempre immaginato fosse legato a quello visto che prima non ho mai sofferto di lucorrea gravidica, ma stamattina ho perso un pochino di liquido trasparente oltre a quello bianco, può essere liquido amniotico? Come faccio a riconoscerlo? Grazie mille.
Augusto Enrico Semprini
Augusto Enrico Semprini

Cara Mia, data l’epoca di gravidanza e la possibilità che si inneschi un travaglio prematuro vi è un indicazione alla maturità polmonare fetale mediante iniezioni di corticosteroide. Data la terapia locale che è stata consigliata, che rende difficile valutare queste perdite, è necessario che lei si rechi presso un centro qualificato di assistenza alla gravidanza e al parto perché mediante test specifici si possa valutare se sono presenti tracce di liquido amniotico nel fluido vaginale. Se fosse così sarebbe necessaria una profilassi antibiotica e che lei si trattenga in regime di ricovero per una vigilanza attiva sull’andamento della gravidanza con eventuale assistenza a un parto prematuro soprattutto per quanto riguarda la disponibilità di terapia neonatale capace di piena assistenza al nascituro. Questa è la condotta più protettiva ma speriamo che il sacco sia ancora integro e che la gravidanza possa proseguire fino alla data attesa con i provvedimenti che i colleghi le hanno indicato. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

PMA e perdite marrone dopo il transfer

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

In un terzo delle gravidanze iniziate grazie alla procreazione medicalmente assistita si manifestano perdite che però non hanno significato né valore prognostico.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti