Senza una tuba e senza un’ovaia si può iniziare una gravidanza?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 03/12/2020 Aggiornato il 03/12/2020

In linea teorica è possibile rimanere incinta anche potendo contare su una sola tuba e su una sola ovaia.

Una domanda di: Mariana
Salve sono una donna di 40 anni. Vorrei sapere se è possibile rimanere incinta naturalmente senza una tube e un ovaio. Ho un passato di
quattro anni di pm e niente, ma sono rimasta incinta con la donatrice. E’ possibile che resti incinta? Grazie mille.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve cara signora, la sua domanda è semplice e difficile al tempo stesso. Mi spiego: in teoria è possibile che una donna di 40 anni rimanga incinta naturalmente anche in assenza di un ovaio e di una tuba…dipende da quanto è fertile il suo partner! La fertilità è sempre di coppia e anche se in una donna di 40 anni si presume che la fertilità sia in declino, non altrettanto accade a parità di età per quella maschile.
Rispetto all’assenza di una tuba, le direi di non aver troppo timore: la tuba residua potrebbe essere in grado di captare una cellula uovo anche sull’ovaio controlaterale.
Mi pare di capire che lei non sia più interessata ad una procreazione medicalmente assistita. Mi permetto allora di segnalarle l’esistenza della Naprotecnology.
Si tratta di un approccio naturale al concepimento nelle coppie con storia di infertilità, seguendo un rigoroso percorso di diagnosi e approfondimento della fertilità sia maschile che femminile. Credo sia molto interessante, tanto più che potrebbe accorciare i tempi di ricerca della gravidanza.
Le allego il link del sito che ne parla in italiano, è un sito svizzero ma esistono anche specialisti che la praticano in Italia…chi cerca trova!
http://www.naprotecnologia.ch/index.html
Spero di esserle stata di aiuto, resto a disposizione se desidera, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Positiva allo streptococco a qualche settimana dal parto

19/04/2021 Bambino di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui il tampone rivelasse una positività allo streptococco, al momento del parto viene effettuata una profilassi antibiotica per evitare che il bambino venga contagiato dal batterio durante il passaggio all'esterno.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti