Si può rimanere incinta con una tuba e mezzo ovaio?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 31/08/2021 Aggiornato il 25/08/2023

In linea teorica anche in caso di menomazioni dell'apparato genitale è possibile concepire.

Una domanda di: Sandra
Le vorrei chiedere se è possibile rimanere incinta con solo una
tuba e mezzo ovaio. Mi hanno asportato l’ovaio sinistro con la tuba e poi
un pezzo della destra… posso sperare in una gravidanza? Grazie mille, buona giornata.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve cara signora, non mi ha precisato la ragione del suo intervento pregresso (si è trattato di gravidanza extrauterina, ascesso tubo-ovarico o neoplasia?) ad ogni modo se ho ben inteso lei ha ora una tuba sana e parte dell’ovaio controlaterale alla tuba. Ebbene, in teoria la gravidanza può ancora arrivare per via naturale, sebbene non sia facile darle una tempistica in quanto come lei di sicuro sa, la fertilità di coppia è determinata da una pluralità di fattori non solo fisici ma anche psicologici che la rendono mutevole nel tempo.
Mi permetto di segnalarle una strada interessante dal punto di vista medico, chiamata Naprotecnology.
Si tratta di una disciplina che si prefigge di mettere a servizio della coppia che desidera concepire un figlio, tutti gli strumenti perché ciò possa avvenire in modo naturale, approfondendo le cause di infertilità sia maschile che femminile e, dove possibile, rimuovendo l’ostacolo.
La ritengo più interessante rispetto alla procreazione medicalmente assistita in quanto quest’ultima comporta dei rischi in termini di salute sia materna che del nascituro, tralasciando il carico sia in termini economici che psicologici per la vostra coppia.
In ogni caso, è utile che lei assuma acido folico (1 compressa da 400 microgrammi al giorno, lontana da the e latticini) fin da ora in quanto è prezioso alleato delle donne che desiderano dei figli. Spero di esserle stata di aiuto e che il vostro desiderio possa presto essere esaudito, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti