Si ripeterà la bruttissima esperienza dell’aborto spontaneo?

Professoressa Anna Maria Marconi A cura di Professoressa Anna Maria Marconi Pubblicato il 03/10/2022 Aggiornato il 03/10/2022

Un'interruzione spontanea di gravidanza è realmente difficile che si ripeta, tant'è che di norma quando si verifica viene definita "evento sporadico".

Una domanda di: Giulia
Sono una ragazza di 29 anni incinta alla nona settimana (8+4). Ho effettuato la prima ecografia la settimana scorsa dove è stato riscontrato un embrione di dimensioni corrette con battito cardiaco “presente e ritmico” (cosi è scritto sul referto). Arrivo da un aborto ritenuto circa sei mesi fa. Alla prima eco il cuore non batteva ed ero all’ottava settimana. L’ansia mi sta uccidendo. Ho il terrore di rivivere lo stesso incubo. La mia ginecologa è un’ ottima ecografista ma non è particolarmente empatica. Ha effettuato l’eco velocemente senza romanzarci tanto su. Ho bisogno di sapere quanto è probabile che io subisca un nuovo aborto con i presupposti che vi sono ora. Una volta riscontrato un battito fetale, il rischio cala? So che non esistono certezze, ma ho bisogno di un’opinione un po’ più umana, che mi aiuti a capire.
Anna Maria Marconi
Anna Maria Marconi

Gentile signora, l’aborto che ha patito sei mesi fa noi ginecologi lo consideriamo “sporadico”, capita ad una donna su quattro e di solito si tratta di gravidanze che partono con il piede sbagliato. Che la situazione si ripeta è molto difficile: per prima cosa, ha già superato l’ottava settimana, con un battito fetale presente, ed un feto delle giuste dimensioni, e noi sappiamo che statisticamente le gravidanze si spengono tra la settima e l’ottava settimana, anche se poi la diagnosi viene fatta successivamente. Inoltre non ci sono segnali negativi [dolori, perdite di sangue …]. Quindi, in sintesi, stia tranquilla e non pensi al passato, ma solo ed esclusivamente al futuro.
Molti auguri.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono davvero a rischio di diabete gestazionale?

01/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Quando si inizia la gravidanza in una condizione di obesità e, in più, si aumenta di peso rapidamente già a partire dal primo trimestre il rischio di sviluppare il temibile diabete gestazionale diventa alto, soprattutto se l'esame della curva da carico di glucosio evidenzia un'iperproduzione di insulina....  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti