Sintomi di gravidanza: possono comparire dopo due giorni dal concepimento?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 12/05/2024 Aggiornato il 12/05/2024

In genere, i sintomi della gravidanza compaiono (se compaiono!) a partire da almeno una decina di giorni dal concepimento, quindi è più probabile che eventuali lievi disturbi che si manifestano dopo due-tre giorni dal rapporto sessuale non siano segnale di concepimento avvenuto.

Una domanda di: Romina
Le scrivo perché vorrei sapere se sia possibile avere dei sintomi, quali sensazioni di nausea e piccoli dolori nel basso ventre, a distanza di 48/72 ore dal concepimento. Ho questi disturbi ormai da qualche giorno e il rapporto senza protezione è avvenuto in data 14/4/24; quindi vorrei sapere se sia possibile che questi sintomi si possano già presentare a così poca distanza dal rapporto. Grazie per la sua risposta.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Cara signora,
di solito i primi sintomi di una gravidanza si avvertono (se si avvertono, perché non è automatico che si presentino) a partire da 2-4 settimane dopo
il concepimento, o comunque dopo che l’uovo fecondato si è annidato nell’utero cosa che avviene circa 7-10 giorni dopo il concepimento. Ritengo dunque più probabile che quello che avverte sia legato alla tensione emotiva e alla grande aspettativa. Tuttavia, il momento della comparsa dei sintomi è molto soggettivo, varia da
donna a donna, quindi non si può escludere categoricamente che i sintomi che lei manifesta siano dovuti a una gravidanza (anche se sinceramente ne dubito). Detto questo, adesso non le resta che aspettare l’eventuale ritardo delle mestruazioni per fare il test di gravidanza che le confermerà se è incinta. Le auguro che il suo desiderio si avveri.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti