Solo “preliminari”: potrei essere incinta?

A cura di Franca Fruzzetti Pubblicato il 20/04/2023 Aggiornato il 20/04/2023

Gli spermatozoi sopravvivono per un arco di tempo brevissimo al di fuori dall'apparato genitale femminile, entro cui, invece, possono conservare la loro vitalità e la loro capacità fecondante anche per giorni.

Una domanda di: Martina
Volevo chiederle aiuto. Domenica io e il mio ragazzo non abbiamo avuto rapporti completi ma dopo il preliminare che io gli ho fatto, lui aveva la mano sporca di sperma. Dopo circa 10 minuti lo ha fatto lui a me con la mano sempre sporca. Dopo poco ha realizzato e se le è lavate e con la mano bagnata ha cercato di togliere tutto, domani prendo la pillola dei 5 giorni dopo, volevo chiederle quanto è il rischio di gravidanza e quanto sopravvivono gli spermatozoi sulla mano.
Franca Fruzzetti
Franca Fruzzetti

Gentile Martina, in un ambiente esterno, completamente diverso dalla vagina, come vestiti e pelle (in questo caso le dita della mano), la sopravvivenza degli spermatozoi è minima. Il liquido seminale, infatti, si secca e gli spermatozoi perdono la capacità di fecondare, perché vengono meno tutte le condizioni assicurate dall’ambiente vaginale, che per sua caratteristica ne preserva la vitalità e l’efficienza. Sarebbe comunque sempre buona cura avere norme igieniche accurate e non solo per proteggersi da una gravidanza indesiderata. Mi domando però per quale motivo non usiate un metodo contraccettivo sicuro come una pillola (o un altro contraccettivo ormonale) allo scopo di evitare sia problemi sia le ansie e le paure che lei sta provando oggi. Da tempo ormai esistono prodotti anticoncezionali che si adattano a tutte le donne, molto leggeri. La scelta della contraccezione di emergenza non è una soluzione perché la sua efficacia non è mai certa soprattutto se la si assume lontano dal momento del rapporto. Consideri anche che questo tipo di pillola agisce allontanando il picco ovulatorio dal rapporto che si teme fecondante, motivo per cui è indicato usare altra contraccezione nei giorni successivi. In altre parole la pillola dei giorno dopo (o dei 5 giorni dopo) non protrae la sua azione oltre il rapporto a rischio per il quale è stata assunta. Sicuramente lei avrà un ginecologo da cui recarsi, diversamente si rivolga a un consultorio e si faccia aiutare a scegliere un contraccettivo sicuro adatto a lei. Può comunque scrivermi ancora: posso io stessa aiutarla a scelere il prodotto che meglio si adatta al suo caso. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Tosse violenta che non passa in una bimba di 4 anni: qual è la causa?

02/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Anche se di rado, una tosse secca, insistente, che nulla calma può essere dovuta al tappo di cerume: per escludere questa possibilità basta che il pediatra ispezioni accuratamente i condotti uditivi del bambino.  »

Collo dell’utero raccorciato in 25^ settimana: è possibile che torni a posto?

01/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In effetti la cervice può recuperare qualche millimetro, in assenza di contrazioni uterine, quindi non è detto che una minaccia di parto prematuro comporti con certezza la nascita del bambino molte settimane prima rispetto alla data prevista.  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti