Sono incinta: e se fossero orecchioni?

Dottor Aldo Messina A cura di Dottor Aldo Messina Pubblicato il 04/08/2021 Aggiornato il 04/08/2021

La parotite si manifesta anche con lo spostamento in avanti dei padiglioni auricolari, da cui il termine orecchioni. In assenza di questo segno, è più probabile che il mal d'orecchi sia dovuto a un'otite.

Una domanda di: Jenny
Sono alla quinta settimana di gravidanza e da 3 giorni ho le ghiandole davanti e sotto l’orecchio gonfie. Nell’ultima settimana avevo dolore esterno nel toccarmi l’orecchio. Il dottore per precauzione mi ha prescritto le analisi per la parotite che non credo di aver avuto, ma ancora
non ho il risultato. Mi ha detto che se non fosse devo solo aspettare che mi
passi. Ma non so che fare…mi è venuto in mente che ho preso il treno 2 volte la scorsa settimana e c’era un’aria condizionata pazzesca, e a me dà parecchia noia. Ma che devo fare? E se fosse qualcosa di batterico? Posso prendere il paracetamolo? Non si cosa pensare, spero mi passi.
Aldo Messina
Aldo Messina

Cara amica,
comprensibili le sue preoccupazione stando la sua condizione di dolce attesa.
Poco probabile la parotite, credo si tratti di linfonodi reattivi all’infiammazione dell’orecchio. In questo caso se, come afferma, prova dolore al tatto della parte interessata, dovrebbe trattarsi di otite esterna. Se viceversa il dolore è sordo , talvolta pulsante e trafittivo dovremmo essere in presenza di otite media.
La parotite epidemica infine comporta uno spostamento in avanti dei padiglioni auricolari configurando i noti “orecchioni”.
Ci tenga informati sull’evolversi sia di queso fastidio che della gravidanza. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Assorbenti interni: li può usare una ragazzina di 11 anni?

16/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Sara De Carolis

Non ci sono controindicazioni mediche all'uso degli assorbenti interni fin dalla prima adolescenza. Va tenuto presente, però, che per applicarli correttamente la ragazzina deve imparare a conoscere bene la propria anatomia.   »

Bimbo di tre anni che dà testate e pizzicotti quando è contento

15/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Ci sono gesti che compie il bambino che è opportuno impedire: per farlo occorrono toni e atteggiamenti di affettuosa determinazione.   »

Lo zucchero è vietato in assoluto ai bambini?

14/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Alimenti e bevande contenenti lo zucchero che si usa normalmente in cucina a scopo dolcificante non sono vietati in assoluto, ma non è certo opportuno concederli ogni giorno. In un'ottica di dieta sana devono essere introdotti solo occasionalmente (e questo vale anche per gli adulti).   »

Fai la tua domanda agli specialisti