Sono troppo basse le mie piastrine?

Professor Angelo Michele Carella A cura di Professor Angelo Michele Carella Pubblicato il 18/03/2023 Aggiornato il 18/03/2023

Solo valore delle piastrine più basso rispetto al desiderabile deve suggerire di effettuare indagini più approfondite.

Una domanda di: Angela
Ho 24 anni e da quasi 7 mesi ho messo al mondo il mio bambino. Una gravidanza andata benissimo, fino al 7º mese, quando ho iniziato ad avere problemi con le piastrine che scendevano ogni giorno sempre di più fino ad arrivare a 70. Ho passato l’ultimo trimestre a fare analisi ogni 2 giorni, arriva il giorno del parto e fortunatamente tutta va per il meglio. 10 giorni dopo il parto ripeto l’esame e il valore era 103, in quel caso mi dissero che ci vuole qualche settimana per far in modo che tornino nella norma, invece nel mio caso non è successo. Dopo 7 mesi ho ripetuto le analisi e il valore delle piastrine in citrato e uscito 120. Possibile che siano ancora un po’ bassine? Vivo in Germania e questa cosa mi mette particolarmente ansia poiché qui con me non c’e la mia mamma a tranquillizzarmi. Spero in una sua gentile risposta. Cordialmente.
Angelo Michele Carella
Angelo Michele Carella

Carissima Angela,
la piastrinopenia durante la gravidanza è frequente ed in genere non scende sotto 70- 80.000 piastrine. Non sappiamo però se lei avesse già prima della gravidanza una modesta piastrinopenia prima. Al momento, molti mesi dopo il parto, le piastrine si sono “assestate ” sopra 120.000, valori di assoluta tranquillità.
Intanto valuterei la conta piastrinica con EDTA e Citrato per escludere una modesta pseudopiastrinopenia. Se i valori fossero confermati, ripeterei l’emocromo ogni mese per altri 3 – 4 mesi, e solo se i valori scendesse al di sotto le 70-80.000 farei ulteriori controlli. Sono però convinto che la situazione dovrebbe assestarsi in modo positivo.
Con viva cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Salpingografia: a cosa serve?

10/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La salpingografia è l'esame che indaga sulle tube alllo scopo di verificare se siano aperte o no. Allo stesso tempo, grazie al mezzo di contrasto, durante l'indagine eventuali ostruzioni possono essere rimosse.   »

Incompleto accollamento delle decidue: cosa vuol dire?

05/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La decidua è l'endometrio durante la gravidanza, in cui l'embrione si annida. Al di sotto c'è chorion, che è il "guscio" che delimita la camera gestazionale entro cui c'è la membrana amniotica o amnios, che è come un sacchetto che racchiude feto e liquido amniotico. Viene definito "mancato accollamento"...  »

Bimbo di 19 mesi che cambia spesso umore

04/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Paola Rolando

Non è raro che verso i due anni il bambino inizi ad avere momenti di nervosismo, manifesti rabbia o ribellione, sia capriccioso: accogliere le sue emozioni negative, facendolo sentire compreso e protetto è il modo migliore per contenere le crisi e fargli recuperare in fretta serenità e allegria.   »

Si può concepire con un solo ovaio e una sola tuba controlaterale?

23/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se una tuba è efficiente è possibile che durante l'ovulazione, anche se a carico dell'ovaio controlaterale, si muova dalla sua sede abituale e si allunghi per captare l'ovocita.  »

Fai la tua domanda agli specialisti