Sospetta craniostenosi: che fare?

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 27/03/2021 Aggiornato il 27/03/2021

In presenza di un problema di saldatura precoce delle suture craniche è giusto indagare sulle cause.

Una domanda di: Francesca
Salve, sono la mamma di Nicola.
Il mio bimbo è nato alla 35 settimana +5gg.
Peso 2,285kg, lunghezza 45,5 circa. cranica 31,3. Siamo ricoverati all
ospedale microcitemico di Cagliari perche dicono che la testa del bambino è
cresciuta poco e vogliono scoprire le cause
Inoltre alla nascita aveva già la fontanella stretta, e a oggi è quasi
chiusa.
Sospettano craniostenosi, ieri hanno fatto una TAC e mi hanno detto che le
ossa del cranio non sono ancora calcificate, c’è la cartilagine che
permetterà al cranio di espandersi durante la crescita del cervello.
Lunedì faranno un prelievo di sangue per un esame genetico e martedì una
risonanza magnetica.
Oggi Nicola ha 3 mesi e 10gg. , la sua circonferenza cranio è di 38,5,peso
kg4480 lunghezza 59cm.
Vorrei chiederle quanto dovrebbe essere la circonferenza cranica del mio
bambino?!!!
Come si esclude Un craniostenosi?!
In attesa di una vostra risposta vi ringrazio anticipatamente e porgo
distinti saluti.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile mamma di Nicola,
la circonferenza cranica ha avuto un buon sviluppo dalla nascita al 3 mese e si attesta sul 10 centile. Peso e altezza sono sul 25 centile. La differenza tra il valore reale della circonferenza e quello ideale non è molta: circa 1 cm, quindi per ora non è tanto la circonferenza cranica che tutto sommato continua a crescere, quanto la craniostenosi da possibile saldatura precoce delle ossa craniche. Per questo sono in corso accertamenti radiografici e genetici.
Comunque al giorno d’oggi ci sono tecniche chirurgiche che risolvono il problema della saldatura anticipata delle suture craniche e che si attuano sui 9 mesi di vita, se ovviamente dovesse essere necessario. Poi è giusto capire se alla base del problema esiste qualche alterazione genetica, cosa su cui si sta indagando. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccini tetravalente ed esavalente e possibili effetti indesiderati

06/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Qualsiasi vaccino dà luogo a effetti indesiderati che comunque sono molto meno gravi di quanto potrebbero essere le conseguenze della malattia contro cui vengono effettuati.  »

Bimbo che vuole mangiare solo pochi alimenti

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Occorre stare molto attenti a non trasformare l'ora dei pasti in un momento in cui il bambino tiene in pugno tutta la famiglia e il modo migliore per evitarlo, favorendo un rapporto sereno con il cibo, è mostrare indifferenza se rifiuta una cibo e zero esultanza se, invece, lo mangia.   »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti