Spaventata perché in quinta settimana l’embrione non si vede

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 27/07/2021 Aggiornato il 27/07/2021

Effettuare l'ecografia prima della sesta settimana espone all'eventualità di non vedere l'embrione e, di conseguenza, di spaventarsi quando magari non ve ne sarebbe ragione. Meglio dunque avere un po' di pazienza.

Una domanda di: Emy
Salvo ho 30 anni ho avuto le ultime mestruazioni il 21 giugno, siamo il 26 luglio, ho fatto le beta il 23 luglio ne avevo 225 e non si vedeva nemmeno la camera gestazionale né niente. Dopo tre giorni ho rifatto le beta sono aumentate adesso 591 e ancora non si vede niente: dovrei essere alla 5a settimana. Sono spaventatissima perche mi dicono che potrebbe essere un aborto spontaneo. Ho dolore e gonfiore al seno e i capezzoli e i soliti dolori al basso ventre, non credo si tratto di questo ma il fatto che non si veda ancora niente mi preoccupa molto. Cosa dovrei pensare?
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile Emy,
non è chiaro quel “mi dicono che potrebbe essere un aborto spontaneo”. Chi glielo dice? Il ginecologo? Le amiche? Perché sa il peso di questa valutazione è diverso a seconda della persona che la esprime. Posto questo, non c’è alcun bisogno di continuare a dosare le beta-hCG (a meno che non sia stato il suo ginecologo curante a prescriverglielo) perché una volta appurato che la gravidanza è iniziata(e per questo è sufficiente il test casalingo che si effettua sulle urine) per sapere se la gravidanza sta evolvendo e se tutto sta andando per il meglio si deve aspettare il controllo ecografico. Ma un’ecografia effettuata, come nel suo caso, prima della sesta-settima settimana può non visualizzare nulla, senza che questo sia un cattivo segno ma solo una conseguenza di averla fatta troppo presto. Noi non sappiamo quando sia avvenuto il concepimento, ma se fosse stato più avanti rispetto alla data presunta (circa a metà ciclo) c’è da aspettarsi che in quinta settimana non si veda ancora niente. Aspetti dunque serenamente il prossimo controllo ecografico, che le consiglio di effettuare al termine della sesta settimana, quando sarà possibile avere informazioni sicure. Nel frattempo le raccomado di stare il più tranquilla possibile: le sarà di grande giovamento. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Menarca in bimba di 9 anni: crescerà ancora?

17/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non è così automatico che l'arrivo della prima mestruazione segni la fine della crescita in altezza.   »

Anticorpi: con che quantità si può rinviare la seconda o la terza dose?

17/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Fabrizio Pregliasco

A oggi non è ancora stato stabilito quale valore relativo agli anticorpi assicuri una copertura tale da consentire di rimandare (o, peggio, evitare) la vaccinazione.   »

Bimbo difficile, mamma esasperata

11/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Può essere davvero emotivamente insostenibile gestire un bambino che urla e piange ogni volta che ci si allontana. Ma la soluzione ci può essere.   »

Fai la tua domanda agli specialisti