Spermiogramma poco incoraggiante: che fare se si desidera una gravidanza?

A cura di Augusto Enrico Semprini Pubblicato il 14/11/2023 Aggiornato il 14/11/2023

Quando il numero degli spermatozoi non è soddisfacente, bisogna escludere la presenza sia di infezioni sia di varicocele, dopodiché se non si trova una soluzione può essere opportuno il ricorso alla procreazione medicalmente assistita.

Una domanda di: Giovanna
Salve dottore ho 23 anni e mio marito 30 appena compiuti, è da maggio che proviamo ad avere una gravidanza ma senza alcun risultato… Ho fatto una visita ecografica ed è tutto ok mio marito ha fatto uno spermiogramma ed è uscito un po’ maluccio, 1 milione di spermatozoi in un 1,5 ml di liquido spermatico, così siamo andati dall’urologo e gli ha fatto un’ecografia ed è risultato tutto a posto. Il dottore dice che quel risultato può essere che sia dovuto a forte stress… Che mi consiglia di fare? È troppo presto? Ah inoltre mio marito sta assumendo integratore SPERMACT ed io sia l’acido folico che la Vitamina D… Mi risponda al più presto, grazie.
Augusto Enrico Semprini
Augusto Enrico Semprini

Cara Giovanna, le do la mia opinione, prosegua l’assunzione dell’acido folico mentre la vitamina D ha ben poco a che fare con la fertilità e non la vedo necessaria. Per quanto riguarda il marito, la conta seminale attuale rende molto improbabile un concepimento spontaneo, lo stress può influire, ma dovremmo escludere un aspetto infettivo, un varicocele, bisogna che lo controlli tra tre mesi e vedere se riguadagna valori di qualità se non vi è infezione e non vi è un varicocele ma se i parametri seminali fossero uguali sarebbe bene considerare un concepimento assistito che possa mettere questo sparuto numero di spermatozoi in grado di poter lavorare. Quindi vediamo il prossimo controllo con eco prostatica, che non ci sia infezione, vediamo anche una spermocoltura, controllo doppler delle vene spermatiche interne e controllo a tre mesi e poi ci farà sapere. Infine, faccio parte degli specialisti che credono che gli integratori per la qualità seminale non dimostrino una comprovata efficacia clinica e, anche in considerazione del loro costo, io non li considero validi e quindi non li prescrivo, è una scelta personale che altri specialisti possono vedere in maniera differente. Ci faccia sapere dopo aver fatto gli accertamenti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti