Spotting dopo un aborto spontaneo

A cura di Augusto Enrico Semprini Pubblicato il 28/04/2024 Aggiornato il 28/04/2024

È normale che dopo un'interruzione della gravidanza per qualche tempo ci siano dei disturbi, incluso un leggero sanguinamento.

Una domanda di: Francesca
Il 9 febbraio mi sono dovuta sottoporre ad un trattamento farmacologico in seguito ad un aborto spontaneo alla sesta settimana. Il 10 marzo ho avuto la visita di controllo con esito positivo. Il 20.03 ho avuto il primo ciclo che è durato fino al 24.03. Poi nella settimana successiva un paio di giorni di perdite marroni. Questo mese invece è da sabato che a giorni alterni quando mi asciugo dopo aver urinato trovo delle gocce rosate- marroni scure, qualche crampo addominale e mal di testa, come se il ciclo fosse imminente: è normale questo spotting perché io essendo abituata ad un ciclo regolare vorrei sapere se è solo una fase di assestamento. Grazie mille.
Augusto Enrico Semprini
Augusto Enrico Semprini

Cara Francesca,
quello che lei ha è del tutto normale perché dopo un aborto per 15 giorni il sistema ovulatorio è inibito.
Necessita circa 15 giorni per produrre un ovocita maturo e 12 giorni per la fase post ovulatoria.
Qualche sussulto ormonale è possibile e da qui i suoi sintomi che sono comuni a quasi tutte le pazienti che hanno subito un aborto spontaneo. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti