Stafilococco nel liquido seminale: bisogna prendere l’antibiotico?

Dottor Fabrizio Pregliasco A cura di Dottor Fabrizio Pregliasco Pubblicato il 26/11/2022 Aggiornato il 26/11/2022

Lo stafilococco è un batterio che vive normalmente sulla cute dei genitali, quindi non c'è bisogno di debellarlo con l'antibiotico se non dà luogo a sintomi.

Una domanda di: Franco
Buongiorno, mi è stata riscontrata la presenza dello Stafilococco Aureus nello sperma, mediante spermiocoltura. Non avendo nessun tipo di sintomo, chiedo se debba intraprendere comunque, a prescindere, una cura antibiotica o se, in assenza di sintomi, possa ritenere sia una contaminazione del campione. Grazie!
Fabrizio Pregliasco
Fabrizio Pregliasco

Gentile Franco, lo stafilococco aureo di norma è presente sulla pelle del pene senza dare luogo a infezioni. A volte può raggiungere anche l’ultimo tratto dell’uretra, quindi è possibile che contamini il liquido seminale quando attraversa l’uretra per uscire all’esterno. Direi che se non ci sono sintomi non c’è necessità di intraprendere una cura antibiotica, tuttavia si confronti anche con il medico che le ha prescritto lo spermiogramma. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Un solo neo, tre pareri specialistici diversi: a chi credere?

31/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Ogni specialista ha le sue precise ragioni quando indica il da farsi rispetto a un neo, in particolare quando i singoli pareri vengono espressi a distanza uno dall'altro.   »

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Contrazioni precoci: può accadere anche nella seconda gravidanza?

27/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Bisogna mettere in conto che l'accorciamento della cervice, determinato dalla comparsa, molto prima del tempo, di contrazioni uterine, è un'eventualità che può ripresentarsi a ogni successiva gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti