Stato di agitazione: può provocare l’aborto?

Dottor Bruno Mozzanega A cura di Dottor Bruno Mozzanega Pubblicato il 28/08/2020 Aggiornato il 28/08/2020

Se una crisi d'ansia non è riconducibile a un problema organico, il rischio di interruzione spontanea di gravidanza non si pone.

Una domanda di: Laura
Salve dottore sono alla 13 +5. Ieri pomeriggio ho avuto una forte agitazione, ci può essere rischio aborto? Grazie, cordiali saluti.

Bruno Mozzanega
Bruno Mozzanega

Gentile signora,
non c’è ragione di preoccuparsi.
A meno che l’agitazione sia legata a un evento patologico che dalla mail non traspare, al quale ricondurre eventuali rischi.
A volte, però, può succedere che la donna avverta inconsciamente che qualcosa non va, o tema di perdere il figlio, e lo traduca in stati di tensione.
Unica soluzione a questi timori è verificare il battito cardiaco fetale. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutto è ok, ma la gravidanza non si annuncia

21/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Le ragioni per le quali una donna fatica a rimanere incinta sono numerose: l'età matura è una delle principali.   »

La mia gravidanza si è interrotta subito: quando riprovarci?

16/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

Si può cercare un bimbo immediatamente dopo un aborto spontaneo, avvenuto nelle primissime settimane di gravidanza.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti