Strani tremori in un bimbo di 4 anni

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 17/05/2022 Aggiornato il 17/05/2022

In genere, i tremori che si manifestano al momento dell'addormentamento non destano preoccupazione.

Una domanda di: Rosy
Salve, è successo che mio figlio 4 anni, ieri sera si è addormentato e ha tremato nel sonno per pochi secondi, qualche tempo fa successe la stessa cosa con movimenti anche sempre nel sonno. Adesso dorme con il papà in camera sua, ieri sera eravamo dalla nonna e sul divano abbiamo notato ciò. Io sono terrorizzata al solo pensiero perché da bambina fino alla pubertà (12 anni circa) ho sofferto di convulsioni non molto frequenti ma c’erano. Voi cosa mi consigliate? Nel caso di controllo c’è un buon centro qui in Italia che mi può consigliare? Grazie mille saluti.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile signora, tremori specie al momento dell’addormentamento sono in genere non preoccupanti. Comunque è importante che controlliate se i tremori cessano mettendo una vostra mano sulla zona interessata: questo fa subito distinguere i tremori benigni (che smettono toccando il bambino) dagli spasmi che possono essere patologici. Altra cosa: riprendete con video del cellulare questi scatti o tremori e poi condividete il video col vostro pediatra: sarà lui a indirizzarvi a un centro specialistico, ma solo se lo riterrà necessario. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Eparina, cardioaspirina, folina prescritte a inizio gravidanza: servono tutte?

06/02/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è possibile per uno specialista giudicare le scelte terapeutiche di un collega, specialmente nell'eventualità in cui non possa disporre di tutte le informazioni necessarie a inquadrare il caso clinico. Le spiegazioni relative a quanto viene prescritto vanno chieste al proprio curante.   »

Un solo neo, tre pareri specialistici diversi: a chi credere?

31/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Ogni specialista ha le sue precise ragioni quando indica il da farsi rispetto a un neo, in particolare quando i singoli pareri vengono espressi a distanza uno dall'altro.   »

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Fai la tua domanda agli specialisti