Strano prurito in testa in bimbo di quasi sei anni

Dottor Pietro Falco A cura di Dottor Pietro Falco Pubblicato il 29/11/2018 Aggiornato il 29/11/2018

Le cause della comparsa improvvisa di un prurito che interessa il cuoio capelluto possono essere numerose. L'osservazione diretta da parte del pediatra è senz'altro indispensabile per fare le prime ipotesi.

Una domanda di: Milena
Salve, ho un bambino di 6 anni a gennaio che da qualche settimana si gratta la testa in continuazione…non ha pidocchi e non ha forfora! Cosa devo fare? Cosa puo essere? Rimedi?
Grazie mille.
Pietro Falco
Pietro Falco

Gentile Signora,
il prurito è un sintomo che può dipendere da una infinita’ di motivi, per cui vanno escluse innanzitutto le dermatiti (anche allergiche), ispezionando accuratamente il cuoio capelluto e cercando di capire se il prurito è avvertito anche in altre parti del corpo, cioè non solo in testa. Bisogna poi escludere che non si tratti di un fenomeno di origine psicologica: a volte grattarsi può diventare un gesto automatico che esprime un disagio emtivo, uno stato ansioso, un forte accumulo di stress. Lei deve dunque riuscire anche a comprendere se nella vita del bambino è subentrato qualcosa di destabilizzante per lui (alla scuola materna va tutto bene? E’ cambiato qualcosa di radicale nella routine di suo figlio?). Bisognerebbe anche capire se nella zona dove si gratta si crea desquamazione. A volte può trattarsi solo di una reazione a uno shampoo magari troppo profumato (sono solo delle ipotesi ovviamente, tutte da verificare). Le consiglio senz’altro di far visitare il bambino dal suo pediatra curante: vedrà che attraverso l’osservazione della zona in cui si è scatenato il prurito unita alle informazioni che lei gli darà il collega saprà di certo darle una risposta soddisfacente. Mi tenga aggiornato, se lo desidera. Tanti cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di tre anni con attacchi di rabbia: che fare?

04/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Pazienza, comprensione, disponibilità, affetto sono gli ingredienti che aiutano a contrastare le crisi di rabbia di un bimbo di tre anni. Ma comprendere la ragione di certe intemperanze è altrettanto importante.   »

HPV ad alto rischio oncogeno: come avviene il contagio?

03/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

La trasmissione del Papilloma virus responsabile del carcinoma della cervice avviene quasi esclusivamente per via sessuale.   »

Vaccinazione anti-rotavirus: la ricerca dice sì, senza alcun dubbio sì

27/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Gli ultimi studi compiuti in modo serio e rigoroso sulla vaccinazione antirotavirus hanno evidenziato che si tratta di uno strumento più che sicuro (e prezioso) per la salvaguardia della salute dei piccolini.  »

Fai la tua domanda agli specialisti