Stridore laringeo in un bimbo di 10 mesi

Dottor Aldo Messina A cura di Dottor Aldo Messina Pubblicato il 05/05/2023 Aggiornato il 05/05/2023

Se dalle indagini effettuate per capire la causa dello stridore laringeo non emerge nulla, si può ipotizzare che potrebbe scomparirà spontaneamnete con il trascorrere dei mesi.

Una domanda di: Ambra
Mio figlio ha 10 mesi e da qualche settimana emette uno stridore quando inspira. Siamo stati in ospedale dove l’hanno tenuto qualche giorno ma non hanno ancora capito da cosa provenga. Abbiamo fatto la visita dall’otorino e radiografia ma non è risultato nulla. Siamo in attesa di fare la visita anche cardiologica. L’unica cosa che abbiamo scoperto con questo ricovero è una broncopolmonite che non ha niente a che vedere con questo stridore (così mi è stato detto). Vorrei avere un suo parere, sono molto preoccupata. Posso se vuole allegare un video così capisce bene di cosa parliamo. Aspetto una sua risposta, grazie mille.
Aldo Messina
Aldo Messina

Cara signora, lo stridore laringeo, se si accentua con il pianto o, comunque, durante uno sforzo vocale, potrebbe essere espressione di patologia della laringe. In questo caso però il collega otorino che ha visitato il suo bambino ha escluso cause particolari (che se ci fossero state, avrebbe individuato). Pertanto dovrebbe (dico dovrebbe!) trattarsi di un fenomeno costituzionale che potrebbe risolversi spontaneamente dopo il primo anno di vita. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gravidanza che non si annuncia dopo 7 mesi di tentativi: si deve ricorrera alla PMA?

24/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Di solito, se la coppia è giovane, prima di indagare sulla sua fertilità, si attende che trascorra un anno di tentativi di concepimento andati a vuoto. Qualora il ginecologo suggerisca di ricorrere alla procreazione medicalmente assistita prima di questo lasso di tempo probabilmente esclude la possibilità...  »

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti