Sui risultati dell’isterosalpingografia

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 24/08/2018 Aggiornato il 24/08/2018

Se l'isterosalpingografia accerta che le tube sono efficienti (e non ci sono altri problemi che compromettono la fertilità) ci sono buone speranze di riuscire a dare inizio a una gravidanza.

Una domanda di: Lucia
Salve dottoressa, come può capire dal massaggio non ancora riesco ad avere una gravidanza. Oggi ho eseguito (consigliata dal mio ginecologo) l’isterosalpingografia. Volevo una sua opinione per quando riguarda il risultato dell esame se c è qualcosa che non va o consiglia di fare qualche altro accertamento: utero retroversoflesso con piccolo difetto intraluminale nel fondo.
Regolare e celere l’opacizzazione della salpinge di sinistra con fisiologico spandimento di mdc nella cavità peritoneale.
Lento e tardivo della salpinge di destra ed il fisiologico spandimento di mdc nella cavità peritoneale. C’è qualcosa che non va secondo lei?
Grazie mille per la risposta.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, in base all’esito dell’isterosalpingografia possiamo concludere che entrambe le sue tube sono aperte e quindi la sua fertilità per fortuna non è compromessa. Il fatto che una delle due tube si sia opacizzata più lentamente potrebbe farci pensare che ci siano degli ostacoli al suo interno che rallentano il passaggio del mezzo di contrasto ma non ne siamo certi: potrebbe trattarsi di un momentaneo “inginocchiamento” della tuba stessa (non sono fisse nella pelvi, hanno una certa mobilità anche loro!) privo di significato patologico. Se lei in passato avesse riscontrato un’infezione da Chlamidia, per esempio su tampone cervicale, sarei invece propensa a credere che quel ritardo nel passaggio del mezzo di contrasto sia imputabile ad una pregressa infezione pelvica. Ad ogni modo, direi che l’esame ci ha confermato la pervietà tubarica e questo è già un ottimo punto di partenza per ottenere la gravidanza desiderata.
Quanto al piccolo difetto intraluminale del fondo uterino, a giudizio del suo ginecologo curante, valuterei se sia indicato o meno effettuare una isteroscopia operativa per rimuoverlo (non avendo idea delle sue dimensioni e della presenza di eventuali sintomi -come sanguinamenti intermittenti al di fuori del ciclo mestruale- mi è anche impossibile darle un consiglio pertinente).
Spero di esserle stata di aiuto e di conforto, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino antiinfluenzale in allattamento: si può fare?

26/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La vaccinazione antiinfluenzale non è controindicata per le mamme che allattano al seno.  »

Dubbio sul valore delle beta-hCG

23/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Per capire se la gravidanza sta procedendo, serve l'ecografia, tuttavia non conviene farla prima che il valore dell'ormone beta-hCG sia almeno a 1000.  »

Bimba che fatica ad addormentarsi: le si può dare la melatonina?

06/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Dormire è fondamentale per tutti, ma in particolare per i bambini: cercare un rimedio contro un eventuale disturbo del sonno è dunque opportuno.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti