Sul funzionamento di EllaOne

Dottor Bruno Mozzanega A cura di Dottor Bruno Mozzanega Pubblicato il 11/05/2022 Aggiornato il 11/05/2022

L'ovulazione avviene sempre se la pillola "dei cinque giorni dopo" viene assunta nel periodo del ciclo più fertile.

Una domanda di: Laura
Ho avuto un rapporto non protetto (abbiamo usato la pratica del “coito interrotto “) il penultimo giorno del mio periodo fertile; ho pertanto
assunto EllaOne 48h dopo tale rapporto con la speranza che il contraccettivo funzioni.
Tuttavia leggendo il foglio illustrativo della pillola mi sono accorta di come questa agisca inibendo o ritardando l’ovulazione; questo significa che
la pillola non ha avuto alcun effetto? Non esistono contraccettivi d’emergenza da usare dopo l’ovulazione?
In attesa di una sua risposta porgo cordiali saluti.
Bruno Mozzanega
Bruno Mozzanega

EllaOne impedisce che la gravidanza compaia perché rende inospitale l’utero. L’ovulazione avviene sempre quando ellaOne è assunta nei giorni più fertili (lei era nel preovulatorio) e può aver concepito.
Tuttavia, il figlio concepito non può annidarsi e non sopravvive. La gravidanza clinica non compare.
Questo succede anche quando viene presa dopo l’ovulazione.
Se vuole usare il coito interrotto nei giorni fertili, fa un errore grossolano: è come non usare alcun accorgimento. Può usarlo unitamente al profilattico: usati bene e INSIEME i due metodi sono affidabili: ma deve usarli bene e riconoscere bene i giorni fertili.
Lei sa bene che se ovula non c’è alcuna possibilità di evitare il concepimento ed ellaOne impedisce l’ovulazione solo nei primi giorni fertili, che sono “i meno fertili”.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco coriale: i conati di vomito possono causarlo?

04/10/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è molto probabile che eventuali attacchi di vomito siano responsabili di un "distacco", mentre è verosimile che la causa sia da ricercarsi nell'infezione che li ha indotti.   »

Bimbo che rifiuta la mamma

03/10/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non basta aver messo al mondo un bambino per diventare la figura di riferimento che predilige. Se sono altre persone a prendersene cura, non stupisce che le preferisca alla mamma.   »

Perdite di sangue nel primo trimestre: cosa può essere?

27/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una volta escluso, grazie all'ecografia, che il sanguinamento sia dovuto a un distacco o ad altre complicazioni, occorre capire se la causa potrebbe essere un'infezione.   »

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Fai la tua domanda agli specialisti