Temperatura basale pari a 37,6 °C: sono incinta?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 26/06/2020 Aggiornato il 26/06/2020

Se la temperatura basale si mantiene alta per oltre 16 giorni dopo l'ovulazione, è lecito ipotizzare che sia iniziata una gravidanza.

Una domanda di: Elena
Ho avuto l’ ultimo ciclo il 07/06/2020. Ho ovulato il 16/17, da allora la temperatura corporea da 37.00 ad oggi 37.6: potrei essere incinta?
Mestruazioni previste per il primo luglio.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Cara signora, la sua domanda è per me di difficile risposta in quanto mancano alcune informazioni essenziali.
Presumo lei abbia cicli brevi dato che attende il prossimo a soli 23 giorni di distanza e mi riporta un’ovulazione avvenuta in nona o decima giornata di ciclo.
Non mi ha precisato in quali giorni lei abbia avuto rapporti liberi ma deduco che ne abbia avuti dato che ipotizza di essere incinta.
Rispetto alla temperatura basale, è vero che un rialzo termico documenta l’avvenuta ovulazione ma non implica di per sé l’inizio di una gravidanza.
Qualora il rialzo termico persista per oltre 16 giorni, è lecito invece supporla.
In presenza di sintomi concomitanti quali bisogno di urinare di frequente (anche di notte), tensione al seno, umore molto sensibile, fastidio agli odori e verso alcuni cibi (ad esempio il pesce e la carne), senso di nausea al risveglio, fatica a digerire, gonfiore addominale e/o stipsi, le consiglierei di effettuare il test di gravidanza per essere sicura di quello che le sta accadendo.
Nel mentre, se cerca un concepimento, è utile che lei assuma acido folico 1 compressa da 400 microgrammi al dì, lontana da the e latticini almeno fino al termine del primo trimestre di gravidanza.
Spero di esserle stata di aiuto, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti