Tensione al basso ventre in 12^ settimana di gravidanza: bisogna stare a riposo assoluto?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 10/07/2024 Aggiornato il 10/07/2024

Non occorre segregarsi in casa se in alcuni momenti si avverte un po' di tensione nella zona bassa dell'addome.

Una domanda di: Letizia
Cara dottoressa Valmori, è un piacere leggere i suoi pareri, così armonici in relazione allo stato della gravidanza che aiutano a vedere oltre i numeri e basta… Volevo darle la bella notizia che l’eco della 12^ settimana è andata bene! Il piccolo sgambettava pure ed è stata un immensa gioia vederlo. Ho fatto ora anche il nipt fetal test e ora questo è il prossimo ostacolo da superare. Io ho 41 anni non sono più una ragazzina ahimè…attendiamo con la speranza che tutto sia ok. Le scrivo comunque per farle vedere l’ecografia completa. Quell’areola fluida che 5 settimane fa rappresentava l’incompleto incollamento deciduale di cui abbiamo parlato è ancora presente e la dottoressa dice che forse questa areola potrebbe rimanere così come una sorta di ematoma e non era allarmata come all’ottava settimana. Però mi ha detto di continuare a stare a riposo a casa per lo più sdraiata o seduta. Poco in piedi. Dal 23 maggio sto a casa e mi farei fino alla fine se servisse chiaro! La sera generalmente ho ancora qualche tensione alla pancia, un po’ in basso, mai acuta sempre breve ma la sento e quasi sempre mi preoccupo. Poi passa. Ancora prendo pleyris (oggi 12 settimane + 2 giorni) che mi aiuta tanto. Il giorno invece va molto meglio. È normale averne ancora secondo lei queste tensioni? E spesso la sera? Che ne pensa di quest’areola fluida ancora presente? La ringrazio di cuore come sempre. Aspetto una sua gentile risposta come sempre. Grazie. ♡
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora,
che meraviglia le foto che mi ha inviato: davvero questi piccoli che sgambettano sono un miracolo!
La traslucenza nucale è risultata molto sottile, quindi io sarei fiduciosa anche sull’esito del nipt test: forza e coraggio!
Rispetto al mancato accollamento ancora presente, direi che è in sede atipica e comunque di volume molto contenuto, motivo per cui sono convinta che sia solo questione di tempo perché si accolli completamente.
Solitamente, i distacchi si osservano verso il collo uterino, non dall’estremità opposta come nel suo caso!
Dal referto noto inoltre che è presente un fibroma sempre in zona fundica: potrebbe essere per via del fibroma che sente queste piccole fitte soprattutto verso sera e che abbiano riscontrato questo piccolo distacco/mancato accollamento.
In ogni caso, la terapia con pleyris aiuta a mantenere l’utero rilasciato e a favorire il riassorbirsi del distacco/mancato accollamento.
Solitamente si prosegue la terapia per tutto il primo trimestre, ma è possibile che per via del fibroma la Curante valuti di proseguire il trattamento ancora fino alla prossima visita di controllo (ad esempio 15-16 settimane di gravidanza).
Magari in prospettiva invece delle iniezioni la Curante le proporrà il progesterone in ovuli vaginali.
Rispetto al riposo domiciliare, le direi di evitare di stare ferma in piedi ma non vorrei che lei fosse segregata in casa tra letto e poltrona: si può anche uscire sul balcone oppure cercare un parco vicino a casa in cui andare a sdraiarsi, perché no?
Sono sicura che in gravidanza sia impossibile non ascoltare il proprio corpo e che quindi si prendano i giusti provvedimenti per tempo…conviene sempre tenere il suo sesto senso o intuito femminile come bussola per orientarsi.
Anche rispetto alla salute sua o del suo bambino, se lei si ascolta di sicuro riesce a cogliere eventuali sintomi sospetti oppure rasserenarsi perché tutto sembra essere nella normalità. È vero che al momento non sente ancora i movimenti, ma vale il detto “nessuna nuova, buona nuova”…
Spero di averle risposto e di averla rincuorata, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Tosse violenta che non passa in una bimba di 4 anni: qual è la causa?

02/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Anche se di rado, una tosse secca, insistente, che nulla calma può essere dovuta al tappo di cerume: per escludere questa possibilità basta che il pediatra ispezioni accuratamente i condotti uditivi del bambino.  »

Collo dell’utero raccorciato in 25^ settimana: è possibile che torni a posto?

01/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In effetti la cervice può recuperare qualche millimetro, in assenza di contrazioni uterine, quindi non è detto che una minaccia di parto prematuro comporti con certezza la nascita del bambino molte settimane prima rispetto alla data prevista.  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti