Terzo cesareo: ha ragione il ginecologo a dire “no”?

Professoressa Anna Maria Marconi A cura di Professoressa Anna Maria Marconi Pubblicato il 23/04/2020 Aggiornato il 23/04/2020

Non è possibile mettere in discussione il parere del ginecologo curante senza avere la possibilità di fare una visita "dal vivo" e un'ecografia e senza neppure avere alcun referto da leggere.

Una domanda di: Laura
Avrei bisogno di un ulteriore parere. Mi hanno “professionalmente” sconsigliato di avere una terza gravidanza dopo che l’ultimo cesareo che è stato di tipo extraperitoneale.
Può essere motivo per sconsigliarmi una terza gravidanza? Premetto che i cesarei sono stati due. Uno nel 2014 l’altro nel 2017. Dicono che ecograficamente l’utero non è perfetto. Ma va bene, poi leggendo la cartella clinica dell ultimo parto tutto si capovolge. Grazie infinite. Sono davvero giù di morale per questa negazione.
Anna Maria Marconi
Anna Maria Marconi

Gentile signora, sinceramente non so cosa risponderle. Il taglio cesareo extraperitoneale in linea teorica non controindica una ulteriore gravidanza. Tuttavia certamente ha più voce in capitolo il suo ginecologo, che avrà letto le sue cartelle e visto la sua ecografia. Purtroppo senza queste informazioni fondamentali, non posso darle un parere valido, come penso possa comprendere. Vorrebbe dire, infatti, discutere la decione del suo ginecologo senza avere il mezzo per poterlo fare. Credo sia meglio si affidi al parere del suo ginecologo curante che conosce bene la situazione. L’alternativa è sentire un secondo parere (ma dal vivo, cioè permettendo al collega che consulterà di valutare la situazione di persona) per non avere più dubbi sull’opportunità di evitare un terzo cesareo. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

A due anni perché non parla ancora?

12/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Daniela Biatta

Fino ai tre anni di età, una volta esclusi deficit di qualsiasi natura, si può ipotizzare la non grave condizione di "parlatore tardivo"  »

Gravidanza e paura di effettuare il tampone vaginale

10/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Durante i nove mesi di gestazione, effettuare il tampone vaginale non espone ad alcun rischio, quindi può essere affrontato in assoluta tranquillità.   »

Bimba di due anni problematica: ma lo è davvero?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ci sono casi in cui non è il bambino a essere particolarmente difficile da gestine, ma i genitori a nutrire aspettative sul suo comprotamento che lui, per via della sua età, non può (ancora) soddisfare.  »

Fai la tua domanda agli specialisti