Test di gravidanza negativo: ci si può fidare?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 19/11/2020 Aggiornato il 19/11/2020

I test di gravidanza fai-da-te che si effettuano sulle urine, se eseguiti in maniera corretta assicurano un risultato attendibile.

Una domanda di: Isabella
Buongiorno Dottore le chiedo scusa per il disturbo.
Volevo farle una domanda, io sto avendo un ritardo del ciclo di 10 giorni, ho effettuato il test di gravidanza preso in farmacia, al quarto giorno di ritardo e risulta negativo, sono anni che il ciclo e sempre preciso di 28 giorni, i sintomi del ciclo li ho tutti, mal di pancia e così via, il mio dottore mi ha detto che se il test risulta negativo non dovrebbe esserci gravidanza.
Lei cosa mi consiglia di rifare il test? Nei consultori, se non urgente, non effettuano visite purtroppo con questa situazione che abbiamo.
La ringrazio e buona giornata.
Cordiali saluti.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora,
i test di gravidanza sono molto attendibili, quindi ritengo che il risultato negativo sia veritiero. Tuttavia, per scrupolo, se le mestruazioni ancora non dovessero essere arrivate, può ripeterne un altro, giusto per conferma del primo esito. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo che si sveglia piangendo: cosa può essere?

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

A fronte di un improvviso cambiamento nei ritmi del sonno è opportuno prima di tutto escludere la presenza di un disturbo fisico.   »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti