Tosse che non passa: posso dargli l’antibiotico?

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 24/07/2019 Aggiornato il 24/07/2019

L'antibiotico non può essere somministrato al bambino di propria iniziativa, ma sempre e solo su prescrizione del pediatra.

Una domanda di: Valentina
Mio figlio ha una tosse persistente già da 2 settimane. Sta facendo inalazioni di cortisone con aerosol ma la tosse persiste. Cosa fare ? Si potrebbe ricorrere all’antibiotico ?
Grazie per un suo aiuto.

Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara mamma Valentina,
la decisione di dare un antibiotico deve essere presa dal pediatra dopo una visita durante la quale vengono valutati il tipo di tosse (oltre alla sua durata, riferita dai genitori) e la respirazione, nonché rilevati eventuali altri sintomi. Il mio consiglio è dunque quello di riportare il bambino dal peidiatra curante, al quale spetta comprenere come mai la tosse sta perdurando ancora per poi eventualmente cambiare terapia. Anche quest’ultima deve essere stabilita da lui, che a differenza di me può avere un quadro chiaro della situazione. In generale, l’antibiotico non va mai utilizzato di propria iniziativa, ma sempre e solo dopo aver sentito il pediatra. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Menarca in bimba di 9 anni: crescerà ancora?

17/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non è così automatico che l'arrivo della prima mestruazione segni la fine della crescita in altezza.   »

Anticorpi: con che quantità si può rinviare la seconda o la terza dose?

17/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Fabrizio Pregliasco

A oggi non è ancora stato stabilito quale valore relativo agli anticorpi assicuri una copertura tale da consentire di rimandare (o, peggio, evitare) la vaccinazione.   »

Bimbo difficile, mamma esasperata

11/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Può essere davvero emotivamente insostenibile gestire un bambino che urla e piange ogni volta che ci si allontana. Ma la soluzione ci può essere.   »

Fai la tua domanda agli specialisti