Trigliceridi e diabete: quale relazione?

Professor Gianni Bona A cura di Professor Gianni Bona Pubblicato il 06/07/2020 Aggiornato il 06/07/2020

I trigleceridi alti sono spesso associati a un altrettanto elevato valore della glicemia (concentrazione di zucchero nel sangue).

Una domanda di: Luca
Gentile professore,
io la seguo sempre e oggi vorrei sottoporle un quesito su un argomento che mi ha sempre incuriosito. Qual è la relazione tra trigliceridi e diabete?
Perché il mio medico di base mi ha detto che rischio il diabete perché ho i trigliceridi a 400? Grazie mille.
Gianni Bona
Gianni Bona

Gentile lettore,
i trigliceridi alti, cioè che superano di molto il valore di 150 milligrammi per decilitro di sangue, che rappresentano la soglia della normalità, sono
un fattore di rischio per il diabete e anche per le malattie cardiovascolari in quanto espressione di un’alimentazione scorretta, troppo ricca dii
zuccheri semplici (o di alcolici). E’ dunque altamente probabile che se i trigliceridi sono alti lo sia anche la glicemia, cioè il livello di zucchero
nel sangue. Un valore della glicemia compreso tra 100 e 125 milligrammi per decilitro di sangue segnala un alto rischio di sviluppare il diabete ed è infatti definita “condizione di pre-diabete” mentre se è superiore a 126 milligrammi per decilitro di sangue sancisce che la malattia è già comparsa. Il valore dei trigliceridi quale segnale d’allarme
per il diabete va dunque preso in considerazione insieme ad altri parametri e tra questi, oltre alla glicemia, ci sono anche il colesterolo e il peso
corporeo. Comunque sia, a fronte di un valore dei trigliceridi alto per prima cosa è opportuno effettuare altre indagini (analisi completa del sangue
e misurazione della pressione), che di sicuro il suo medico le avrà già prescritto, e, allo stesso tempo, iniziare a seguire un’alimentazione corretta, in cui gli
zuccheri semplici (zucchero bianco) viene eliminato e i grassi animali ridotti al massimo. Ne conseguirà una diminuzione di peso che si rifletterà
in modo positivo sui valori del sangue. D’obbligo inoltre è fare attività fisica: basta camminare un minimo di 40 minuti al giorno tutti i giorni per ottenere grandi benefici per la salute. Con
cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Salpingografia: a cosa serve?

10/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La salpingografia è l'esame che indaga sulle tube alllo scopo di verificare se siano aperte o no. Allo stesso tempo, grazie al mezzo di contrasto, durante l'indagine eventuali ostruzioni possono essere rimosse.   »

Incompleto accollamento delle decidue: cosa vuol dire?

05/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La decidua è l'endometrio durante la gravidanza, in cui l'embrione si annida. Al di sotto c'è chorion, che è il "guscio" che delimita la camera gestazionale entro cui c'è la membrana amniotica o amnios, che è come un sacchetto che racchiude feto e liquido amniotico. Viene definito "mancato accollamento"...  »

Bimbo di 19 mesi che cambia spesso umore

04/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Paola Rolando

Non è raro che verso i due anni il bambino inizi ad avere momenti di nervosismo, manifesti rabbia o ribellione, sia capriccioso: accogliere le sue emozioni negative, facendolo sentire compreso e protetto è il modo migliore per contenere le crisi e fargli recuperare in fretta serenità e allegria.   »

Si può concepire con un solo ovaio e una sola tuba controlaterale?

23/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se una tuba è efficiente è possibile che durante l'ovulazione, anche se a carico dell'ovaio controlaterale, si muova dalla sua sede abituale e si allunghi per captare l'ovocita.  »

Fai la tua domanda agli specialisti