Un aiuto non invasivo per avere un figlio: esiste?

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 02/01/2021 Aggiornato il 02/01/2021

Ci sono integratori che, di fatto, possono favorire la possibilità di dare inizio a una gravidanza.

Una domanda di: Barbara
Salve sono una donna di quasi 42 anni con già una bambina di 6 e da circa un paio d’anni stiamo cercando di avere un fratellino/sorellina ma per ora
niente! L’anno scorso a gennaio ho avuto un aborto spontaneo e poi dopo
un po’ di mesi abbiamo iniziato a lavorarci!! Io ho un lavoro un po’
faticoso perché sono titolare di un impresa di pulizie…..so che le
probabilità alla mia età sono molto basse e non voglio fare niente di
invasiso ma volevo saper se posso prendere qualcosa che mi aiuti….il ciclo
è a volte regolare e a volte più ballerino…. Grazie in anticipo.
Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Gentile signora, se non vuole fare nulla di invasivo, potrebbe comunque assumere un intergratore a base di resveratrolo, che migliora la funzione dei mitocondri e quindi la competenza ovocitaria. Potrebbe usare Genante o Procreo, 2 al giorno. Per altri interventi è necessario fare esami.
Buona giornata.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ragazzina di 12 anni con problemi di comportamento

04/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I 12 anni possono essere un'età complicata, ma la pazienza unita a un ascolto attento e affettuoso possono aiutare a fronteggiarli senza troppi scossoni.   »

Fibromi in gravidanza: sono pericolosi?

02/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I fibromi in sé non costituiscono un pericolo per il bambino in utero, tuttavia è importante tenerli monitorati.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti