Un figlio a 48 anni è davvero impossibile?

Professoressa Anna Maria Marconi A cura di Professoressa Anna Maria Marconi Pubblicato il 25/01/2021 Aggiornato il 25/01/2021

Anche nell'improbabile caso in cui a 48 anni si riuscisse a dare inizio a una gravidanza, si andrebbe incontro a notevoli rischi.

Una domanda di: Roberta
Ho 48 anni, sono andata da uno specialista che senza richiedermi esami e senza controllare quelli che gli ho portatoo mi ha consigliato di prendere in considerazione la donazione di ovuli. Lo so di non essere più giovane ma vorrei capire se è VERAMENTE impossibile rimanere incinta.
Anna Maria Marconi
Anna Maria Marconi

Gentile signora, che lei riesca a concepire a 48 anni non è impossibile (le eccezioni, i casi rarissimi possono esserci) ma è ovviamente altamente improbabile. Inoltre, un’eventuale gravidanza, sia spontanea che da riproduzione assistita, sarebbe gravata da un elevato rischio di complicanze sia per lei sia per il bambino. Quindi l’accento non va posto solo sul “potere o non potere”: quello che più conta e che obbligatoriamente occorre domandarsi è: come sarà la gravidanza? Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti