Un figlio a 48 anni: si può?

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 18/02/2021 Aggiornato il 18/02/2021

Le probabilità di dare inizio a una gravidanza a 48 anni di età sono vicine allo zero.

Una domanda di: Ivana
Qualche giorno fa ho fatto la visita ginecologica, ho 48
anni e mio marito ne ha 50 non abbiamo un figlio ancora insieme, ho però un
altro figlio dal precedente matrimonio. Vorrei dire che ho avuto una
ricostruzione all’utero perché ho avuto un fibroma 10 anni fa circa. Adesso
vorremmo un figlio perché ci manca il non averlo avuto. Secondo lei
posso rischiare? Il ginecologo mi ha detto che ancora non se ne parla di
menopausa potrebbero esserci complicazioni forse …mi faccia sapere per
cortesia perché sono un po’ combattuta. La ringrazio anticipatamente.
Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Gentile signora, per quanto lei sia lontana dalla menopausa, le possibilità di una gravidanza evolutiva a 48 anni sono vicine a zero, e le rarissime che vengono citate finiscono al 99% in aborto. Io nella mia carriera non ho mai visto una gravidanza evolutiva a questa età. Le uniche possibilità sono date dall’ovodonazione (ovocita da donatrice), che comunque introduce dei rischi aggiuntivi anche per la sua salute. Se poi ha avuto interventi sull’utero la situazione andrebbe analizzata con estrema attenzione anche nel caso di eterologa. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti