Un figlio dopo la legatura delle tube: è possibile?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 31/01/2021 Aggiornato il 16/05/2021

Se si desidera un bambino dopo essersi sottoposte alla sterilizzazione mediante chiusura delle tube è opportuno rivolgersi a un centro per la procreazione medicalmente assistita.

Una domanda di: Michelina
Buongiorno vorrei sapere se posso rimanere incinta a quasi 46 anni. Ho gia due figli ne vorrei un altro ma a 28 anni ho praticato la legatura alle tube: è possibile fare una cura che funzioni? Grazie.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora,
alla sua età iniziare e portare a termine una gravidanza è in generale molto difficile. Se poi le tube sono legate concepire è praticamente impossibile, in quanto l’intervento ha come obiettivo la sterilizzazione. Posto questo in linea teorica è possibile intervenire per ripristinare la condizione originaria, anche se non sempre è possibile: la fecondazione medicalmente assistita in casi come il suo potrebbe essere una soluzione. Le consiglio quindi di rivolgersi a un centro per la diagnosi e la cura dell’infertilità, dove potranno consigliarla al meglio. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gravidanza e dubbi sulla vitamina D

17/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La vitamina D, anche se assunta in dosi superiori al fabbisogno, non provoca danni al feto.   »

Esami oculistici a inizio gravidanza: ci sono rischi?

10/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Valutare l'opportunità di effettuare determinate indagini oculistiche nelle prime settimane di gravidanza spetta allo specialista a cui ci si affida.   »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti