Un figlio dopo la legatura delle tube: è possibile?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 31/01/2021 Aggiornato il 31/01/2021

Se si desidera un bambino dopo essersi sottoposte alla sterilizzazione mediante chiusura delle tube è opportuno rivolgersi a un centro per la procreazione medicalmente assistita.

Una domanda di: Michelina
Buongiorno vorrei sapere se posso rimanere incinta a quasi 46 anni. Ho gia due figli ne vorrei un altro ma a 28 anni ho praticato la legatura alle tube: è possibile fare una cura che funzioni? Grazie.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora,
alla sua età iniziare è portare a termine una gravidanza è in generale molto difficile. Se poi le tube sono legate concepire è praticamente impossibile, in quanto l’intervento ha come obiettivo la sterilizzazione. Posto questo in linea teorica è possibile intervenire per ripristinare la condizione originaria, anche se non sempre è possibile: la fecondazione medicalmente assistita in casi come il suo potrebbe essere una soluzione. Le consiglio quindi di rivolgersi a un centro per la diagnosi e la cura dell’infertilità, dove potranno consigliarla al meglio. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti