Un follicolo dopo la menopausa: cosa sta accadendo?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 06/07/2021 Aggiornato il 06/07/2021

Può capitare che dopo i 50 anni per un breve periodo gli ormoni influenzino nuovamente l'attività delle ovaie: il fenomeno è transitorio e non desta preoccupazione. I controlli tuttavia si impongono.

Una domanda di: Daniela
Buongiorno dottore, ho 51 anni e sono in menopausa da circa 6/7 mesi (ultime
mestruazioni a novembre/dicembre di scarsa entità). Premetto che ogni anno
faccio Pap test, visita ed ecografia ed è sempre risultato tutto nella norma.
Circa sei giorni fa ho avuto delle perdite sotto forma di muco striato e
qualche dolorino addominale. Il tutto si è risolto in pochi giorni. Sono
comunque andata dal ginecologo che mi ha fatto Pap test, visita ed ecografia.
Da questa è emerso uno spessore dell’endometrio di 5,8 mm ed esoecogeno,
mentre il miometrio è risultato omogeneo. Le ovaie risultano regolari, quella
di sinistra con un follicolo. Il dottore mi ha detto che verso settembre mi
farà fare una biopsia endometriale. Vorrei gentilmente sapere, visto che sono
molto ansiosa, se posso comunque stare tranquilla, avendo io fatto tutti i
controlli ogni anno ed essendomi attivata subito, alla prima comparsa dei
sintomi. La ringrazio fin da ora per la sua disponibilità e risposta.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora,
il follicolo che è stato individuato è molto probabilmente espressione di una lieve e transitoria ripresa dell’attivià ovarica, influenzata da una modificazione temporanea dell’assetto ormonale: è un’eventualità che si può verificare e che non desta preoccupazione. Se si trattasse proprio di questo, potremmo anche giustificare l’ispessimento dell’endometrio senza pensare ad altre possibilità. I controlli che lei ha effettuato ci rassicurano e le indicazioni del suo ginecologo sono più che corrette. E’ opportuno infatti attendere due-tre mesi prima di effettuare un altro controllo perché ci sono buone probabilità che in questo periodo la situazione torni alla normalità e l’endometrio recuperi lo spessore che ci si aspetta dopo l’arrivo della menopausa. Stia dunque tranquilla, quello che doveva fare l’ha fatto, ora non le resta che attendere (serenamente) la prossima visita. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono davvero a rischio di diabete gestazionale?

01/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Quando si inizia la gravidanza in una condizione di obesità e, in più, si aumenta di peso rapidamente già a partire dal primo trimestre il rischio di sviluppare il temibile diabete gestazionale diventa alto, soprattutto se l'esame della curva da carico di glucosio evidenzia un'iperproduzione di insulina....  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti