Utero con fibromi: si può sperare in una gravidanza?

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 16/09/2020 Aggiornato il 16/09/2020

La presenza di fibromi può impedire l'evoluzione della gravidanza: molto dipende dalle loro caratteristiche.

Una domanda di: Yuska
Salve, ho 41 anni e circa 20 giorni fa ho avuto un aborto a 22 settimane di gravidanza. E’ stato un brutto colpo e non riesco a farmene una ragione. Ho
cercato per circa 6 anni questa gravidanza e purtroppo non arrivava, adesso invece quando ormai avevo gettato la spugna eccolo il mio test positivo. Specifico che sapevo di avere un fibroma di circa 1,5cm però che non creceva, invece in gravidanza e diventato subito di 5.5cm e se ne erasviluppato un altro di 2.5cm. Al inizio andava tutto bene ma alla 16 settimana sono dovuta andare in ospedale perché avevo dei dolori allucinanti, mi hanno visitata e hanno scoperto che i fibromi erano diventati 4, due erano grandi uno di 6.5 e l’altro di 7cm, però per fortuna avevo l’utero chiuso, mi hanno fatto una puntura di progesterone e mi hanno detto che dovevo stare a riposo. Poi il giorno avanti, a Ferragosto, sono andata nuovamente in ospedale perché avevo dolori fortissimi. Mi hanno visitata e mi hanno diagnosticato una colica renale, sembrava che avessi il rene dilatato perché il bambino spingeva verso il rene, ma anche questa volta l’utero era chiuso. Mi hanno ricoverata ma durante la notte mi sono cominciate le contrazioni, sono andata a fare pipì è ho visto un po’di sangue, ho chiamato l’infermiera la quale non ha dato molto peso all’accaduto. Il tempo è passato mentre le contrazioni aumentavano, io chiamavo sempre e mi dicevano che doveva arrivare la dottoressa. Insomma, per farla breve, finalmente mi hanno visitato (erano ormai le 10 del mattino), ma
ormai era troppo tardi, il mio utero era aperto di 4 cm e il sacco era sceso. Hanno fatto di tutto per fermare le contrazioni e ci sono riusciti per un giorno e mezzo ma dopo sono tornate più forti e, purtroppo, ho perso il mio bambino….La mia domanda è: riuscirò a portare avanti un’altra gravidanza senza togliere i fibromi visto la mia età? Perché dopo l’intervento so che bisogna aspettare un po’. Il dottore dell’ospedale mi ha consigliato di riprovare facendo un cerchiaggio, voi che ne pensate? Quanto
tempo dovrò aspettare dopo il raschiamento per riprovarci? Aspetto con ansia la vostra risposta. Grazie mille.
Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Cara signora,
è difficile fare previsioni su una situazione così complessa, basandomi semplicemente su un’email. Tutto dipende dallo stato attuale dei fibromi e dalla sua riserva ovarica. Sicuramente la malattia miomatosa multipla (cioè la presenza di più fibromi) unita alla sua età non ci fanno ben sperare, tuttavia non è mai detto. Si affidi al consiglio del suo ginecologo curante che, a differenza di me, dispone di informazioni che gli permettono di darle le indicazioni migliori. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutto è ok, ma la gravidanza non si annuncia

21/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Le ragioni per le quali una donna fatica a rimanere incinta sono numerose: l'età matura è una delle principali.   »

La mia gravidanza si è interrotta subito: quando riprovarci?

16/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

Si può cercare un bimbo immediatamente dopo un aborto spontaneo, avvenuto nelle primissime settimane di gravidanza.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti