Utero setto: operare o no prima di una gravidanza?

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 17/05/2021 Aggiornato il 24/05/2021

La tendenza di oggi è di non intervenire sempre e comunque in caso di utero setto, ma solo in determinate condizioni.

Una domanda di: Valentina
Io ho un utero setto parziale.
Il mio ginecologo, prima di consigliarmi un intervento, mi ha detto di
provare ad avere una gravidanza.
Nel caso dovessi fare un’isteroscopia per l’utero, dopo quanto tempo
potrei riprovare ad avere un figlio?
Ho 35 anni,quasi 36.
Grazie.
Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Gentile signora, l’utero setto parziale è una condizione che si associa ad una maggiore incidenza di aborti o di mancate gravidanze. Ci sono però signore che portano avanti tranquillamente la gravidanza anche con l’utero setto. Qualche anno fa si sottoponevano tutte le signore, indipendentemente dalla storia riproduttiva, a metroplastica isteroscopica. Oggi lo si fa solo con una storia di aborti o di sterilità. Credo sia per questo che il suo ginecologo ha consigliato di provare prima ad avere una gravidanza. La valutazione completa dipende però da diversi fattori, come la profondità del setto e la larghezza della sua base di impianto, dati che io non conosco ma di cui il suo ginecologo ha senz’altro tenuto conto nella sua valutazione generale. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tic in una bimba di tre anni e mezzo

17/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dott. Leonardo Zoccante

In presenza di tic che compaiono all'improvviso è buona regola prima di tutto effettuare alcuni specifici esami del sangue e un tampone faringeo per la ricerca dello streptococco.  »

Bimba di 18 mesi che non vuole più il latte

16/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

A svezzamento completato, il latte non è più indispensabile: come ottima alternativa c'è lo yogurt.   »

Una gravidanza dopo aver smesso l'”anello”: quanto ci vuole?

13/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisabetta Canitano

La possibilità di rimanere incinta dopo aver smesso la contraccezione ormonale varia da donna a donna: generalizzare non si può.  »

Fai la tua domanda agli specialisti