Utero subsetto: può andare a buon fine una gravidanza?

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 30/08/2021 Aggiornato il 30/08/2021

Moltissime donne con anomalie anatomiche dell'utero riescono ad avere un figlio.

Una domanda di: Jess
Scrivo per un’informazione che ancora non ho chiara nonostante le visite… Sono alla 15ma settimana inoltrata. Dopo una gravidanza iniziata con perdite continue, un distacco e una diagnosi di utero subsetto, sono ancora qui che la porto avanti. Sono stata ferma a letto 2 mesi e ora dall’ultima visita del 20 agosto sembra che la bimba cresca bene e sana e che lo scollamento sia lì ancora ma minimo e anteriore lontano dalla placenta (he ancora nn ho capito ma sembra poco pericoloso). Perdite ora non ne ho piu e sto bene. Continuo il riposo e prego. Una sola cosa non capisco per il fatto di avere l’utero subsetto mi hanno lasciato a casa dal lavoro e ora son qui che leggo un po’ qua e là gli esiti di una gravidanza con utero subsetto. Mi sto preoccupando perché in pratica la maggior parte dei casi finisce male, ora è possibile un volta arrivati a questo punto potermi imbattermi in qualcosa di tragico anche nei mesi successivi o ci sono state gravidanze portate a termine? A me interessa arrivare almeno alle settimane necessarie perche stia bene e non importa se nasce prima. Mi dica qualcosa, grazie.
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, l’anomalia anatomica da lei riferita (sub setto) rappresenta un evento non così frequente ma molte volte riscontrato a posteriori in pazienti che al di fuori della gravidanza hanno un quadro ecografico sospetto per la presenza di un polipo endometriale. La maggior parte di queste pazienti ha una storia ostetrica normale con gravidanze regolarmente portate a termine. Non si può escludere in qualsiasi gravidanza il rischio di aborto spontaneo anche tardivo che non collegherei però direttamente alla presenza dell’anomalia. Il fatto stesso che la sua gravidanza oggi sia già arrivata a 15 settimane deve tranquillizzarla.
Aggiungo che persinonegli uteri doppi, quindi in presenza di malformazioni ben più importanti rispetto alla sua (cavità uterina molto piccola e incontinenza cervicale), il tasso di gravidanze portate a termine è elevato .
Sperando di esserle stato utile, la saluto con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perdite di sangue nel primo trimestre: cosa può essere?

27/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una volta escluso, grazie all'ecografia, che il sanguinamento sia dovuto a un distacco o ad altre complicazioni, occorre capire se la causa potrebbe essere un'infezione.   »

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Fai la tua domanda agli specialisti