Vaccinazione anti HPV e febbricola subito dopo

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 03/05/2018 Aggiornato il 03/05/2018

E' possibile che dopo la vaccinazione contro il papilloma virus compaia qualche lineetta di febbre: l'eventualità non deve destare preoccupazione.

Una domanda di: Laura
Oggi ho vaccinato mio figlio 11 anni per papilloma virus. Arrivati a casa, dopo circa due ore ha la temperatura di 37, 4° C. E’ possibile che sia il vaccino? Grazie, saluti.
Dottoressa Alessia Bertocchini
Dottoressa Alessia Bertocchini

Cara mamma,
sì è possibile che la febbricola sia dovuta al vaccino, tuttavia per essere più autorizzati a ipotizzarlo bisogna vedere come evolve. Se si protrae per oltre le 24 ore e magari si associa ad altri sintomi, come tosse e raffreddore probabilmente non è dovuta al vaccino. Gli effetti indesiderati della vaccinazione contro il papilloma virus che si riscontrano con più frequenza sono: rossore, dolore, gonfiore e prurito nel punto dove viene eseguita l’iniezione. Possono comparire anche febbre, mal di testa, dolori muscolari e articolari, sintomi gastrointestinali,, orticaria, stanchezza, irrequietezza. Tutti i sintomi di norma sono molto lievi e scompaiono in fretta, spontaneamente. Posso quindi pensare che la modesta febbre di ieri oggi non ci sarà più, se a causarla fosse stato il vaccino. In generale, può stare tranquilla perché la vaccinazione contro il papilloma virus è sicura. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo nato prematuro con broncodisplasia severa: quando potrà fare a meno dell’ossigeno?

19/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Non è quasi mai possibile prevedere quando un piccolissimo con un severo problema all'apparato respiratorio potrà rinunciare al supporto dell'ossigeno.   »

Sertralina in gravidanza: meglio diminuire la dose giornaliera?

14/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In genere il dosaggio medio indicato per la sertralina è tra i 50 e i 150 mg al giorno: se si sta già assumendo una quantità minima rispetto alla posologia può non essere opportuno ridurre ulteriormente la dose, specialmente di propria iniziativa.   »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti