Vaccini tetravalente ed esavalente e possibili effetti indesiderati

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 06/04/2021 Aggiornato il 12/04/2021

Qualsiasi vaccino dà luogo a effetti indesiderati che comunque sono molto meno gravi di quanto potrebbero essere le conseguenze della malattia contro cui vengono effettuati.

Una domanda di: Maria
Il mio piccolo ha 13 mesi. Oggi gli faccio il richiamo del vaccino tetravalente. Quali effetti indesiderati potrebbe avere? Grazie.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile signora,
a 13 mesi il richiamo è eventualmente del vaccino esavalente (difterite, tetano, pertosse, polio, emofilo, epatite), con effetti maggiori limitati a circa il 12% dei bambini entro 48 ore con febbre o dolenzia e gonfiore in sede di inoculo.
C’è invece un vaccino tetravalente che si fa per la prima volta e corrisponde a Morbillo, parotite, rosolia, varicella: questo vaccino può dare reazioni tipo febbre e macchioline sulla pelle a distanza di 10-14 gg dalla somministrazione e dipende da una risposta legata al fatto che il vaccino è vivo, attenuato e dopo una sorta di incubazione determina reazioni come se si esplicasse una malattia in forma lievissima, senza conseguenze per l’organismo del bambino. Solo in un caso su 100.000 dosi può esserci una reazione tardiva di tipo encefalico, legata a reazioni dovute al vaccino antimorbillo. Sappia comunque che la stessa encefalite colpisce con una frequenza 10 volte superiore (1 ogni 10.000 casi ) come conseguenza della infezione naturale da morbillo. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Fimosi dei maschietti: agire con cautela e cognizione di causa è d’obbligo!

04/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

Paradossalmente può essere la manovra che a volte si esegue per favorire lo scorrimento del prepuzio sopra il glande a ostacolare la risoluzione spontanea della fimosi, quindi a peggiorarla.  »

Menarca a 10 anni: è preoccupante?

03/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La prima mestruazione a 10 anni non è un fenomeno significativo dal punto di vista medico, mentre lo è il sovrappeso che probabilmente ne ha favorito la comparsa.   »

In ansia per quello che non mangerà alla scuola materna

31/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

All'asilo i bambini tendono ad accettare di buon grado pietanze che a casa respingono, per imitare i coetanei. L'ingresso in comunità sotto il profilo dell'alimentazione è spesso provvidenziale.   »

Fai la tua domanda agli specialisti