Vaccino antiinfluenzale in allattamento: si può?

Dottor Antonio Clavenna A cura di Dottor Antonio Clavenna Pubblicato il 23/10/2020 Aggiornato il 23/10/2020

Il vaccino antiinfluenzale non è controindicato in allattamento.

Una domanda di: Sara
Ho partorito a luglio. La mia bimba ha 3 mesi ed è allattata al seno. Mio figlio grande di 4 anni e mio marito si sono sottoposti al vaccino
antinfluenzale. Vorrei farlo anche io per proteggere il più possibile la piccola in questo inverno. Allattando è possibile farlo? O ci sono
controindicazioni?
Grazie.
Antonio Clavenna
Antonio Clavenna

Gentile Sara,
non ci sono controindicazioni.
Il vaccino antinfluenzale non comporta rischi per il lattante: si tratta di un vaccino che contiene il virus inattivato (ucciso) o alcuni componenti del virus. Non è quindi in grado di causare la malattia o di trasmetterla.
Può essere al contrario, come da lei sottolineato, una misura di prevenzione per proteggere la bimba.
Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ragazzina di 12 anni con problemi di comportamento

04/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I 12 anni possono essere un'età complicata, ma la pazienza unita a un ascolto attento e affettuoso possono aiutare a fronteggiarli senza troppi scossoni.   »

Fibromi in gravidanza: sono pericolosi?

02/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I fibromi in sé non costituiscono un pericolo per il bambino in utero, tuttavia è importante tenerli monitorati.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti