Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo

Professore Alberto Villani A cura di Professore Alberto Villani Pubblicato il 14/10/2019 Aggiornato il 18/11/2019

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.

Una domanda di: Valentina
Gentile professore,
ho un piccolino di 45 giorni e un altro figlio di tre anni. Sono in dubbio, non vorrei sottoporre il più grande alla vaccinazione contro la varicella (la varicella non è poi così pericolosa credo) però frequenta l’asilo e se dovesse prenderla potrebbe contagiare il fratellino, e questa eventualità mi preoccupa. Potrebbe darmi un consiglio?
Grazie.
Alberto Villani
Alberto Villani

Gentile Signora,
sarebbe opportuno vaccinare contro la varicella il fratellino di 3 anni. Il lattante di 45 giorni dovra’ essere vaccinato a 12-13 mesi con il vaccino anti morbillorosoliaparotite-varicella. A 45 giorni sarebbe molto utile vaccinare il piccolo con il vaccino anti-rotavirus che puo’ causare una gastroenterite che talvolta puo’ essere grave e richiedere l’ospedalizzazione. Altro vaccino che le consiglio di fare è quello antinfluenzale (genitori e fratellino di 3 anni, eventuali baby-sitter e nonni, se conviventi) per proteggere se stessi e il lattante di 45 giorni che fino all’eta’ di 6 mesi non è possibile vaccinare. Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Lieve perdita di sangue a inizio gravidanza

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La gravidanza è un processo in divenire: almeno nelle prime settimane non si dovrebbero trarre conclusioni su come si sta evolvendo, semplicemente in base a una piccola perdita di sangue.   »

Streptococco: dubbi e chiarimenti

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Aldo Messina

Le infezioni da streptococco fanno ancora oggi molta paura, per via delle conseguenze (non automatiche!) che potrebbero determinare. In realtà, oggi questo batterio non fa più (tanta) paura.  »

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Fai la tua domanda agli specialisti