Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo

Professore Alberto Villani A cura di Professore Alberto Villani Pubblicato il 14/10/2019 Aggiornato il 18/11/2019

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.

Una domanda di: Valentina
Gentile professore,
ho un piccolino di 45 giorni e un altro figlio di tre anni. Sono in dubbio, non vorrei sottoporre il più grande alla vaccinazione contro la varicella (la varicella non è poi così pericolosa credo) però frequenta l’asilo e se dovesse prenderla potrebbe contagiare il fratellino, e questa eventualità mi preoccupa. Potrebbe darmi un consiglio?
Grazie.
Alberto Villani
Alberto Villani

Gentile Signora,
sarebbe opportuno vaccinare contro la varicella il fratellino di 3 anni. Il lattante di 45 giorni dovra’ essere vaccinato a 12-13 mesi con il vaccino anti morbillorosoliaparotite-varicella. A 45 giorni sarebbe molto utile vaccinare il piccolo con il vaccino anti-rotavirus che puo’ causare una gastroenterite che talvolta puo’ essere grave e richiedere l’ospedalizzazione. Altro vaccino che le consiglio di fare è quello antinfluenzale (genitori e fratellino di 3 anni, eventuali baby-sitter e nonni, se conviventi) per proteggere se stessi e il lattante di 45 giorni che fino all’eta’ di 6 mesi non è possibile vaccinare. Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Positiva allo streptococco a qualche settimana dal parto

19/04/2021 Bambino di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui il tampone rivelasse una positività allo streptococco, al momento del parto viene effettuata una profilassi antibiotica per evitare che il bambino venga contagiato dal batterio durante il passaggio all'esterno.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti