Valore delle beta-hCG che aumenta dopo un aborto

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 19/02/2023 Aggiornato il 19/02/2023

Se, dopo un'interruzione della gravidanza, il valore della gonadotropina corionica umana aumenta con il passare dei giorni è necessario un controllo ginecologico.

Una domanda di: Gjena
Salve dottore volevo fare una domanda per mia nipote che è molto preoccupata. Il giorno 15 febbraio ha abortito. Quel giorno aveva fatto il dosaggio del beta-hCG con risultato 200. Oggi, a distanza di tre giorni, ne ha rifatto un altro ed è emerso un valore di 345: come mai? Aspetto una vostra risposta, grazie mille.
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, quanto lei riferito potrebbe essere legato alla persistenza di materiale all’interno della cavità dell’utero. Non avendo altre informazioni rispetto alla tecnica utilizzata nella situazione che lei ha descritto (revisione della cavità uterina post abortiva oppure utilizzo di farmaci per favorire lo svuotamento della cavità uterina), diventa per me difficile comprendere completamente la situazione. Quindi, nel caso in cui sia stato effettuato un intervento chirurgico, può essere indicata la rivalutazione ecografica del quadro per capire se è presente del materiale e se quanto emerge dall’indagine può far sospettare una rara condizione di alterazione del materiale cellulare (mola vescicolare) meritevole certamente di un approfondimento specialistico. Qualora invece dovesse trattarsi di aborto spontaneo (lei non lo specifica) senza nessun tipo di trattamento chirurgico successivo, suggerisco, dato il valore in aumento, di ripetere le beta a distanza di sette giorni per vedere se sono salite o se sono in discesa. In entrambi casi è comunque opportuno che la situazione venga rivalutata da uno specialista affinché vengano prese in considerazioni tutte le variabili cliniche possibili. Mi tenga aggiornato, se lo desidera. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

PMA e perdite marrone dopo il transfer

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

In un terzo delle gravidanze iniziate grazie alla procreazione medicalmente assistita si manifestano perdite che però non hanno significato né valore prognostico.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti