Vampate e stato d’ansia in gravidanza

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 14/12/2020 Aggiornato il 01/01/2021

In gravidanza, la permanenza in ambienti molto caldi, specialmente se i livelli di ferro sono più bassi di quanto dovrebbero, possono dare luogo a sintomi molto spiacevoli.

Una domanda di: Patrizia
Egregio Dottor Brambilla,
le riscrivo dopo un po’ di mesi in quanto mi ha mostrato una sensibilità
oltre che preparazione professionale che non ho riscontrato in altri medici.
Sono al quinto, quasi sesto mese di gravidanza e già da diverse settimane
mi vengono delle vampate in viso e poi tachicardia però quest’ultima non
so se sia la conseguenza del calore o della paura che puntualmente
sopraggiunge in quanto mi preoccupano. Mi succede sia quando non mi sento a
mio agio in un ambiente troppo caldo, sia se penso a qualcosa che mi agita.
Mi chiedo: sono sbalzi ormonali o attacchi di panico, visto che presa dalla paura
mi stendo e dopo una decina di minuti tutto rientra? Se sono dipese da sbalzi
ormonali da quale causa sono scaturite e se sono pericolose. C’è un rimedio
che possa prevenirle?
La ringrazio per l’attenzione.
Cordiali saluti.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile Patrizia,
non so se possa rincuorarla, ma quanto descrive è abbastanza frequente ed è conseguenza di varie concause, nessune delle quali è preoccupante per quanto riguarda l’andamento della gravidanza. Le vampate di cui lei parla possono essere dovute sia a momenti di agitazione (non a caso, compaiono negli ambienti dove fa molto caldo, dove quindi può venire a mancare una corretta aerazione e, di consegunza ci si può trovare in carenza di ossigeno) e possono anche essere in relazione con le modificazioni dell’assetto ormonale che caratterizzano la gravidanza. A questo si aggiunge la diminuzione del ferro circolante (ferritina) non certo infrequente durante la gravidanza. A questo proposito riterrei opportuno ricorrere fin da subito a un integrazione di ferro trivalente che l’aiuterebbe a stare meglio. Desidero comunque ripeterle che quanto mi ha descritto non espone a rischi né lei né il suo bambino. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino anti-Coronavirus: è davvero una fake-news che causi infertilità?

13/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Luca Cegolon, MD, MSc, DTM&H, PhD

Nel Web circolano bufale a volte così ben confenzionate da diventare credibili anche per persone competenti. Documentarsi sempre in modo meticoloso, prima di dare credito a ipotesi che mettono in discussione le scelte delle autorità sanitarie è quanto di meglio si possa fare per non cadere nelle tante...  »

Bimba di (quasi) tre anni che ripete frasi e parole

11/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'ecolalia potrebbe costituire un segnale d'allarme qualora si associasse ad altri comportamenti anomali. Altrimenti è solo una delle modalità per apprendere e consolidare il linguaggio.   »

Sentimenti contrapposti verso il nuovo papà

03/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Quando entra una nuova figura maschile nella vita di un bambino piccolo, può accadere che si instauri una relazione in cui non tutto fila sempre liscio. Ma del resto può succedere anche con il papà biologico.   »

Fai la tua domanda agli specialisti