Vanno bene queste beta-hCG?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 30/11/2020 Aggiornato il 30/11/2020

Effettuare il dosaggio delle beta-hCG nel sangue di propria iniziativa non ha alcuna utilità specifica: per sapere se una gravidanza è iniziata basta il semplice test casalingo che si effettua sulle urine.

Una domanda di: Katia
Ultimo ciclo 18 ottobre: come sono le beta? 18.166 a 4 settimane e 5 giorni. Grazie.

Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora,
il valore delle beta h-CG ha un senso se confrontato con valori precedenti.
Quello che conta cioè è che aumenti con il passare dei giorni, possibilmente raddoppiando ogni due giorni. Un unico valore dice poco nulla, ovvero
esprime che una gravidanza è in atto ma non se è in evoluzione. In generale non occorre effettuare il dosaggio delle beta nel sangue o almeno non di
propria iniziativa: per sapere se una gravidanza è iniziata basta effettuare il test sulle urine, usando il classico kit casalingo. Le sconsiglio quindi
di effettuare un ulteriore dosaggio nel sangue: il sangue serve più che mai in questo momento, è meglio non sottoporsi a prelievi che non hanno
un’utilità. Nel frattempo può fissare l’appuntamento per la prima ecografia, non prima della sesta-settima settimana, epoca in cui sarà possibile anche
individuare ecograficamente l’embrione. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti