Vitamina D prescritta in dosi superiori a quelle consigliate

Dottor Antonio Clavenna A cura di Dottor Antonio Clavenna Pubblicato il 08/02/2021 Aggiornato il 08/02/2021

Ci sono casi in cui il medico curante ritiene opportuno prescrivere un integratore in quantità maggiori rispetto a quelle raccomandate, probabilmente allo scopo di porre rimedio rapidamente a una carenza.

Una domanda di: Carmen
Salve, sto per termine il primo trimestre di gravidanza, sono a 12+3 e ho
un’insufficienza di vitamina D (il valore è 16).
La ginecologa mi ha prescritto il Di Base 25000 unità, ogni 2 settimane e
dopo 4 dosaggi fare l’esame per valutare il dosaggio nel sangue.
Leggevo il foglietto illustrativo e la quantità è veramente troppa da
assumere in un giorno e che potrebbe dare gravi danni al feto! Ma la
ginecologa è sicura o si è sbagliata?
Antonio Clavenna
Antonio Clavenna

Gentile Carmen,
alcuni studi indicano che dosi giornaliere di vitamina D fino a 4.000 U.I. non sono associate a un aumento dei rischi per il feto. Nel suo caso la singola dose è superiore a questa soglia, ma la dose media giornaliera è inferiore, considerando che l’assunzione avviene una volta ogni due settimane. Inoltre, occorre considerare che la supplementazione di vitamina D va a compensare una carenza e a cercare di riportare i livelli plasmatici a quelli considerati normali.
E’ verosimile che la ginecologa ritenga opportuno lo schema di somministrazione proposto (dose alta, ogni 2 settimane) per ridurre in breve tempo la carenza della vitamina. In caso di dubbi o di timori, può valutare con lei la possibilità di uno schema che preveda una dosi inferiore a cadenza più ravvicinata. Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti