“Voglia” al centro della fronte

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 22/07/2019 Aggiornato il 22/07/2019

Le voglie sono quasi sempre angiomi destinati a scomparire con la crescita nella maggior parte dei casi.

Una domanda di: Roberta
Mio figlio Riccardo ha questa voglia sul centro della fronte e nelle palpebre ( vedi allegato). Il pediatra mi ha detto di stare tranquilla che scomparirà nei primi tre anni del bambino: è corretto?
Grazie e saluti.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile signora,
le chiazze sulla pelle spesso sono angiomi. Una zona in cui tipicamente sono collocati è proprio la parte centrale della fronte, proprio dove si trova la chiazza di Riccardo.
Nella maggioranza dei casi, sono destinati a sparire (la cute sovrastante li nasconde), come correttamente ha detto il vostro pediatra. Altre volte invece rimangono, anche se molto attenuati rispetto alla prima infanzia, oppure spariscono per evidenziarsi durante una crisi di pianto o di rabbia, visto che sono legati a processi vascolari (congestione e maggior afflusso di sangue). Credo dunque che possa stare tranquilla, comunque vada l’inestetismo sarà al massimo molto poco significativo. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti