Vomito e nausea che continuano anche nel secondo trimestre

A cura di Dottoressa Cristina Maggioni Pubblicato il 24/01/2024 Aggiornato il 24/01/2024

Sul vomito che si protrae anche dopo i primi mesi di gravidanza, esiste un'ipotesi suggestiva, che potrebbe contenere un fondamento di verità: la donna a livello inconscio vorrebbe liberarsi del suo stato. La paura dell'ignoto potrebbe essere all'origine di tutto.

Una domanda di: Claudia
Sono alla 25^ settimana di gravidanza (24+1). Fin dal primo mese ho sofferto molto di nausea e vomito intenso, situazione migliorata notevolmente con alcune sedute di agopuntura e dosaggio di 4 compresse di Nuperal al giorno. Nel corso delle ultime settimane ho diminuito in modo graduale l’assunzione di Nuperal e sono arrivata a prenderne 2 la sera. I problemi di nausea erano infatti poco frequenti e leggeri. La ginecologa mi ha poi consigliato di sospenderlo del tutto. Così ho fatto, ma la prima sera che non ho preso Nuperal ho avuto tutto il giorno nausea più o meno intensa a intervalli, con difficoltà a mangiare e bere. Il mio problema principale è che se inizio a vomitare poi continuo per tante ore (fino a 12 ore) con episodi intensi. Vorrei chiedere gentilmente se vale la pena interrompere del tutto la terapia e soffrire di nausea più o meno intensa e probabile vomito intenso, o se continuare ad assumere ancora Nuperal almeno la sera. La ginecologa mi consiglia di vedere come procede senza terapia ma temo di risentirne parecchio. Grazie dell’attenzione, cordiali saluti.
Cristina Maggioni
Cristina Maggioni

Cara Claudia, Nuperal contiene due principi attivi chiamati: “doxilamina succinato” e “piridossina cloridrato”. Doxilamina succinato appartiene ad un gruppo di medicinali chiamati “antiistaminici”. La piridossina è nota anche come vitamina B6. Entrambi sono autorizzati in gravidanza, gli antiistaminici inducono lieve sonnolenza. Se vuole continuarea usarli, può farlo. Tuttavia, lei non dice nulla della sua condizione di salute generale, più precisamente andrebbero esclusi problemi alla tiroide o al fegato (per esempio, presenza di sabbiolina nella colicisti). Infine una volta si diceva che la nausea era un modo semplice per esprimere un no alla gravidanza, oggi sappiamo che ci sono tante cause, ma l’idea che a livello inconscio vomitare sia un modo per allontanare da sé la gravidanza potrebbe avere un fondo di verità. Questo potrebbe valere soprattutto quando il vomito si protrae oltre il primo trimestre, quando di norma dovrebbe scomparire insieme alla nausea. Non posso sapere se lei si può riconoscere in questa situazione, più comune di quanto si potrebbe pensare e di cui non c’è certo da colpevolizzarsi. Da esperta di piante posso consigliare lo zenzero, molto efficace contro nausea e vomito. Lo può succhiare a fettine, usando quello fresco, oppure può ricorrere a quello essiccato (senza zuccheri aggiunti) o, ancora, alle compresse. Anche l’agopuntura sembra utile e, avolte, i braccialetti antinausea che si indossano contro il mal d’auto. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

PMA e perdite marrone dopo il transfer

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

In un terzo delle gravidanze iniziate grazie alla procreazione medicalmente assistita si manifestano perdite che però non hanno significato né valore prognostico.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti