Vorrei ingrassare: che faccio?

Dottoressa Chiara Boscaro A cura di Dottoressa Chiara Boscaro Pubblicato il 21/12/2021 Aggiornato il 21/12/2021

In caso di sottopeso, occorre aumentare le quantità delle singole porzioni e, allo stesso tempo, non esagerare con l'attività fisica aerobica (pur mantenendosi attivi).

Una domanda di: Silvia
Ho partorito a giugno dello scorso anno. Sono sempre stata molto magra di costituzione, anche se ho sempre mangiato di tutto senza farmi problemi: pesavo 51,5, massimo 52 kg. In gravidanza ho preso 13,5 kg. Tornata a casa dopo il parto, nevesavo già solo più 57. Ho allattato per 17 mesi e mezzo, ad oggi mi ritrovo a pesare 49 kg. Sul mio fisico si notano questi 2 kg in meno, come posso fare per recuperarli? Mangio bene, ad ogni pasto carboidrati, proteine, verdure, frutta e dolci. Grazie.
Chiara Boscaro
Chiara Boscaro

Gentile lettrice, La ringrazio per il Suo quesito, dovrei conoscere meglio le Sue abitudini alimentari per aiutarLa al meglio ma posso darLe alcuni consigli. Per recuperare i chili persi Le consiglio di iniziare a valutare la colazione, consuma opportunamente dei latticini (es. latte parzialmente scremato o yogurt intero bianco) con dei carboidrati complessi (almeno 3-4 fette biscottate con con miele o confettura, una fetta di torta fatta in casa) della frutta fresca e della frutta secca o disidratata? Inoltre Le consiglio di aumentare le porzioni delle fonti di carboidrati, proteine e grassi presenti ad ogni pasto. Diversifichi la tipologia dei primi e dei secondi piatti, alternando nei 14 pasti carne, pesce, uova, formaggi, affettati, legumi e mescoli bene le verdure all’olio extravergine di oliva, che regala acidi grassi monoinsaturi e calorie in modo semplice. Non mi dice se consuma spuntini nell’arco della giornata, cerchi di introdurre a metà mattina almeno un’altra porzione di frutta fresca con qualche noce o uno yogurt con dei cereali, nel pomeriggio del pane tostato con scaglie di parmigiano o prosciutto cotto o hummus di ceci o burro di arachidi 100% con una spremuta di arancia. Nel dopocena qualche quadretto di cioccolato fondente con una tisana. Eviti di esagerare con l’attività fisica aerobica ma si mantenga attiva, aggiungendo magari esercizi di tonificazione muscolare. Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Assorbenti interni: li può usare una ragazzina di 11 anni?

16/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Sara De Carolis

Non ci sono controindicazioni mediche all'uso degli assorbenti interni fin dalla prima adolescenza. Va tenuto presente, però, che per applicarli correttamente la ragazzina deve imparare a conoscere bene la propria anatomia.   »

Bimbo di tre anni che dà testate e pizzicotti quando è contento

15/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Ci sono gesti che compie il bambino che è opportuno impedire: per farlo occorrono toni e atteggiamenti di affettuosa determinazione.   »

Lo zucchero è vietato in assoluto ai bambini?

14/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Alimenti e bevande contenenti lo zucchero che si usa normalmente in cucina a scopo dolcificante non sono vietati in assoluto, ma non è certo opportuno concederli ogni giorno. In un'ottica di dieta sana devono essere introdotti solo occasionalmente (e questo vale anche per gli adulti).   »

Fai la tua domanda agli specialisti