Zucchero “chiama” zucchero? Proprio così!

Dottoressa Rosa Lenoci A cura di Dottoressa Rosa Lenoci Pubblicato il 05/07/2018 Aggiornato il 31/07/2018

E' stato dimostrato che quanto più si assumono zuccheri tanti più se ne assumerebbero: ridurli significa quindi riuscire a mangiarne meno senza troppa fatica.

Una domanda di: Federica
Cara dottoressa Lenoci, c’è del vero nella teoria che più si mangiano cose dolci più aumenta la voglia di assumerne e viceversa? E se fosse così dopo quanti giorni di astinenza (dalle cose dolci) si comincia a non desiderarne più? Se non ci volesse troppo tempo sarei disposta a fare il sacrificio perché sono troppo grassa e voglio eliminare lo zucchero, che per me è una droga!

Rosa Lenoci
Rosa Lenoci

Gentile signora, ha definito esattamente come “droga” lo zucchero. E’ stato dimostrato
scientificamente che gli zuccheri semplici (saccarosio, glucosio e
fruttosio) provocano un rapido aumento della glicemia e quindi un
coinvolgimento attivo delle aree cerebrali adibite alla “dipendenza”, in
questo caso, a quella del cibo che viene assunto in eccesso rispetto
alle reali necessità.
Oltre agli zuccheri utilizzati per dolcificare contenuti nei dolciumi,
sono responsabili del picco glicemico anche le farine raffinate
utilizzate per i più comuni prodotti da forno industriali.
Non si tratta di “astenersi” per qualche giorno o qualche settimana. Il
sovrappeso lamentato potrebbe essere il risultato di scorrette abitudini
alimentari e probabilmente di una scarsa attività fisica.
Adotti uno stile di vita più salutare: riduca i dolci e associ alla
pasta e ad altri cereali le verdure. Ciò sarà utile per ridurre l’indice
glicemico dei pasti e il conseguente rialzo della glicemia responsabile
delle alterazioni della regolazione della fame/sazietà. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Menarca a 10 anni: è preoccupante?

03/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La prima mestruazione a 10 anni non è un fenomeno significativo dal punto di vista medico, mentre lo è il sovrappeso che probabilmente ne ha favorito la comparsa.   »

In ansia per quello che non mangerà alla scuola materna

31/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

All'asilo i bambini tendono ad accettare di buon grado pietanze che a casa respingono, per imitare i coetanei. L'ingresso in comunità sotto il profilo dell'alimentazione è spesso provvidenziale.   »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Fai la tua domanda agli specialisti